Coronavirus Fase 2, teatri e cinema ripartono il 15 giugno: fino a 1000 persone all'aperto

Cronaca
©Ansa

Secondo l'ultimo Dpcm possono riprendere gli eventi nei teatri, nelle sale da concerto e nei cinema "con posti a sedere preassegnati e distanziati", nel rispetto della distanza di un metro per personale e spettatori. Tra le misure, distanziamento anche tra gli artisti, misurazione della febbre a maestranze e pubblico, con divieto di partecipazione per chi ha più di 37,5 gradi di febbre; uso obbligatorio della mascherina e niente vendita di cibo, quindi stop a pop corn e bibite

Gli spettacoli in teatri, sale da concerto e cinema possono riprendere dal 15 giugno "con posti a sedere preassegnati e distanziati", nel rispetto della distanza di un metro per personale e spettatori. Lo prevede il nuovo Dpcm sulle riaperture (GLI AGGIORNAMENTI LIVE - LO SPECIALE). Viene indicato un numero massimo di 1000 persone per gli spettacoli all'aperto e 200 per quelli al chiuso, per singola sala. Le regioni possono stabilire una diversa data in relazione all'andamento del contagio. Resta il divieto quando ci sia assembramento e per sale da ballo e discoteche.

Mascherine e niente pop corn

approfondimento

Coronavirus, da piscine a centri estivi: le novità del Dpcm riaperture

Tra le varie disposizioni, previsto il distanziamento anche tra gli artisti, misurazione della febbre a maestranze e pubblico, con divieto di partecipazione per chi ha più di 37,5 gradi di febbre. E ancora, uso obbligatorio della mascherina e niente vendita di cibo, quindi stop a pop corn e bibite. Le regole sono fissate in uno degli allegati al dpcm firmato dal premier Conte e prevedono, tra l'altro, uso ove possibile di biglietti elettronici e limitazione dell'uso del contante, pulizia dei locali anche tra uno spettacolo e l'altro, mantenimento delle distanze personali anche nell'accesso ai servizi igienici.

Gli obblighi di pulizia

Si richiede adeguata periodica pulizia e igienizzazione degli ambienti chiusi e dei servizi igienici, anche tra i diversi spettacoli della giornata; adeguata aereazione naturale e ricambio d'aria e rispetto delle raccomandazioni concernenti sistemi di ventilazione e di condizionamento; ampia disponibilità e accessibilità a sistemi per la disinfezione delle mani.

Utilizzo di segnaletica per far rispettare la distanza

Viene previsto anche l'utilizzo della segnaletica per far rispettare la distanza fisica di almeno 1 metro anche presso le biglietterie e gli sportelli informativi, nonché all'esterno dei luoghi dove si svolgono gli spettacoli; regolamentazione dell'utilizzo dei servizi igienici in maniera tale da prevedere sempre il distanziamento sociale nell'accesso; limitazione dell'utilizzo di pagamenti in contanti, ove possibile; vendita dei biglietti e controllo dell'accesso, ove possibile, con modalità telematiche, anche al fine di evitare aggregazioni presso le biglietterie e gli spazi di accesso alle strutture; comunicazione agli utenti, anche tramite l'utilizzo di video, delle misure di sicurezza e di prevenzione del rischio da seguire nei luoghi dove si svolge lo spettacolo.

Conte firma il Dpcm

approfondimento

Fase 2, calendario riaperture: dai negozi al cinema. Tutte le date

Conte ha firmato oggi il Dpcm sulle riaperture. Lo si apprende da fonti di governo. Ieri il Consiglio dei ministri ha dato il via libera al decreto-legge che introduce altre misure urgenti per fronteggiare l'emergenza coronavirus. Le regole del testo riguardano le attività economiche, produttive e sociali e gli spostamenti, e saranno in vigore dal 18 maggio al 31 luglio.

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.