Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Carola Rackete, secondo la procura "non ha agito in stato di necessità"

Sea Watch, il Presidente tedesco attacca l'Italia

Il giudice, alla fine dell'udienza, ha dichiarato che l'interrogatorio "è stato sereno" ma si è riservato di decidere sulla convalida del fermo. La capitana sarà ancora davanti al pm il 9 luglio, nel secondo procedimento per favoreggiamento di immigrazione clandestina 

Leggi tutto
1 nuovo post
Dopo averla ascoltata per circa tre ore (FOTO), il gup di Agrigento Alessandra Vella ha rinviato a martedì 2 luglio la decisione circa la convalida dell'arresto nei confronti di Carola Rackete, la comandante della Sea Watch 3, nel procedimento relativo alle ipotesi di reato di resistenza contro nave da guerra e navigazione in zone vietate (L'ingresso della Sea Watch 3 nel porto di Lampedusa). Rackete, che al suo arrivo davanti al tribunale ha trovato anche striscioni di solidarietà nei suoi confronti, ha ribadito che non era sua intenzione speronare l'imbarcazione della Guardia di Finanza. In una conferenza stampa successiva all'udienza, il procuratore di Agrigento Luigi Patronaggio ha spiegato: "Abbiamo proceduto all'arresto perché a nostro parere la comandante non era obbligata a entrare in porto violando l'alt della Guardia di Finanza" (VIDEO). Rackete, che intanto resta agli arresti domiciliari, sarà sentita nuovamente il prossimo 9 luglio, nel secondo procedimento, quello che riguarda l'ipotesi di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina (Diffusa la foto segnaletica di Carola Rackete, polemicheEmma Marrone, offese sui social per aver difeso Carola - Gli insulti contro Carola)
 
Intanto il caso Sea Watch continua a dividere la politica e l'opinione pubblica. Luca Casarini, capo missione della Ong Mediterranea, annuncia che a breve salperà una nuova imbarcazione "con bandiera italiana per salvare vite umane". Il ministro dell'Interno Matteo Salvini ribadisce invece che Rackete "sarà espulsa comunque" e che i porti sono chiusi, non solo per la Sea Watch ma anche per le altre imbarcazioni delle altre Ong, a cominciare dalla spagnola Proactiva Open Arms
 
- di Chiara Piotto

Il liveblog relativo alla vicenda Sea Watch si chiude qui. Per rimanere aggiornati sulle ultime novità, seguite la diretta di Sky tg24.
- di Cecilia.MUSSI

Parigi, uno striscione per Carola Rackete vicino a Notre-Dame

- di Cecilia.MUSSI

Meloni su Facebook: Gervasoni contro Sea Watch, l'Anpi lo vuole cacciare dall'università
 

 "Marco Gervasoni, docente di Storia contemporanea all'Università degli studi del Molise, sostiene sui suoi social la mia posizione nel demolire la Sea Watch. E indovinate? L'Anpi lo vuole cacciare dall'università. Il famoso senso democratico della sinistra italiana: sei libero di dire quello che vuoi, basta che sia in linea con le loro idee. Vada avanti professore, non si lasci intimidire da chi vorrebbe cucirle la bocca". Così la leader di FdI Giorgia Meloni su Facebook.

 
- di Cecilia.MUSSI

L'aggiunto Vella: udienza in clima sereno 

 
 "Il clima dell'udienza è stato sereno, l'indagata è stata collaborativa, precisa, estremamente lucida nel raccontare i fatti", ha detto  il procuratore aggiunto di Agrigento, Salvatore Vella, a margine dell'udienza di convalida dell'arresto del comandante della Sea Watch3. Il nodo vero dal quale dipende la decisione del gup è stabilire se l'indagata abbia agito, come ritiene la difesa, perchè vi era uno stato di necessità "che scrimina la condotta delittuosa" e "se la motovedetta della Guardia di finanza sia da considerare nave da guerra, come abbiamo fatto noi, o meno", ha aggiunto Vella. 
 
- di giuliana.devivo

Rackete convocata il 9 luglio per l'ipotesi di favoreggiamento immigrazione 

Il procuratore aggiunto di Agrigento, Salvatore Vella ha convocato per il 9 luglio Carola Rackete, per rendere interrogatorio in qualità di indagata, nell'ambito dell'altro procedimento, quello che ipotizza il favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e la "disobbedienza a nave da guerra", che scaturisce dall'avere violato il divieto di ingresso in acque italiane trasportando i migranti. L'interrogatorio era in programma sabato mattina ma è stato rinviato per il suo arresto che ha fatto scattare un secondo procedimento
- di giuliana.devivo

Salvini a Ong: il metodo non cambia 

 
Abbiamo dimostrato che indietro non torniamo, se qualcuno disobbedisce alle legge multa, arresto, sequestro della nave e i migranti a bordo non restano neanche un quarto d'ora in Italia. Il copione resta lo stesso": lo ha detto il ministro dell'Interno Matteo Salvini dal palco della Festa della Lega di Cantù, a proposito del caso Sea Watch 3 e citando anche le navi delle altre ong Alan Kurdi e Open Arms. Poche ore prima Salvini aveva scritto su Facebook, con riferimento alla Open Arms che aveva bollato come "fasciste e razziste" le leggi italiane: "Ma come si permettono? Che la Spagna se li prenda indietro, altrimenti (ovviamente con le buone maniere) ci penseremo noi". 
- di giuliana.devivo

Il procuratore Patronaggio: il favoreggiamento immigrazione clandestina sarà valutato in altro procedimento 

 
Per il reato di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, per il quale nei confronti della capitana della Sea Watch si procede separatamente, sarà proprio nell'altro procedimento che si dovrà "verificare se i porti della Libia possono ritenersi sicuri o meno", ha detto il procuratore di Agrigento Patronaggio, aggiungendo: "Andremo a vedere se la zona Sar libica è efficacemente presidiata dalle autorità della guardia costiera libica, andremo a verificare le concrete modalità del salvataggio, cioè se vi sono stati contatti tra i trafficanti di esseri umani e la Sea Watch, se il contatto è avvenuto in modo fortuito o ricercato. Tutta una serie di elementi che servono a verificare se si è trattato di un'azione di salvataggio in mare oppure un'azione concertata".  
- di giuliana.devivo

Il procuratore di Agrigento: non c'era stato di necessità

 
"La comandante di Sea Watch, Carola Rackete, non ha agito in stato di necessità.  Abbiamo proceduto all'arresto perchè, a nostro parere, non era obbligata a entrare in porto violando l'alt della Guardia di Finanza". Lo ha detto il procuratore della Repubblica di Agrigento, Luigi Patronaggio, al termine dell'udienza di convalida dell'arresto della comandante di Sea Watch. Patronaggio, in un breve incontro con la stampa ha aggiunto: "A nostro parere la misura cautelare del divieto di dimora è commisurata al fatto". 
- di giuliana.devivo

Il tweet di Sea Watch dopo la fine dell'udienza 

 


 
- di giuliana.devivo

Salvini: espelleremo comunque la capitana 

 
"Dalla giustizia mi aspetto pene severe per chi ha attentato alla vita di militari italiani e ha ignorato ripetutamente le nostre leggi. Dagli altri Paesi europei, Germania e Francia in primis, mi aspetto silenzio e rispetto. In ogni caso, siamo comunque pronti ad espellere la ricca fuorilegge tedesca": lo ha detto il ministro dell'Interno Matteo Salvini, pochi minuti dopo la fine dell'interrogatorio di Carola Rackete
- di giuliana.devivo

Emma Marola difende Carola: travolta dagli insulti sui social 

 
- di giuliana.devivo

Le immagini dell'arrivo di Carola Rackete prima dell'udienza e gli striscioni per lei davanti al tribunale 

 
- di giuliana.devivo

A breve la conferenza stampa del procuratore capo 

 
Nei prossimi minuti, il procuratore capo di Agrigento Luigi Patronaggio terrà una conferenza stampa. Da poco si è conclusa l'udienza di convalida del fermo della comandante della Sea Watch Carola Rackete. Il gup Alessandra Vella si è riservata e renderà nota la sua decisione circa la convalida del fermo domani 
- di giuliana.devivo

Conclusa udienza, domani la decisione 

 
E' finita dopo circa 3 ore l'udienza di convalida, davanti al gip Alessandra Vella, dell'arresto del comandante della Sea Watch3, Carola Rackete. L'ordinanza sara' emessa domani. La trentunenne tedesca resta, intanto, agli arresti domiciliari in un'abitazione privata di Agrigento. Nei prossimi minuti, il procuratore capo Luigi Patronaggio terrà una conferenza stampa.
- di giuliana.devivo
   center no-repeat #999999;cursor:pointer;top:-1px; border-radius: 0px 0px 2px 2px;">↵

Chi è la capitana in questo momento ascoltata dal Gup di Agrigento 

 
- di giuliana.devivo

I cartelli di solidarietà a Carola Rackete all'esterno del tribunale 

 
 
- di giuliana.devivo


 
- di giuliana.devivo

Uno striscione a sostegno di Carola Rackete all'esterno del tribunale di Agrigento 

 
- di giuliana.devivo