Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Protesta del latte: tregua violata, nuovo blitz nell'Oristanese

2' di lettura

L'intesa raggiunta sabato è durata poco più di 12 ore. Stamattina nuovo blitz a una cisterna che trasportava il latte a Cuglieri. Manifestazione degli allevatori anche nell'Ennese, a sostegno dei colleghi sardi. Salvini: "Spero in soluzione"

È stata violata in poco più di 12 ore la tregua siglata il 16 febbraio nelle prove di intesa tra industriali e pastori, nella vertenza sul crollo del prezzo del latte ovino in Sardegna (I MOTIVI DELLA PROTESTA). Stamattina nuovo blitz a una cisterna che trasportava il latte a Cuglieri (Oristano): migliaia di litri sono finiti sull'asfalto. Secondo quanto si apprende, l'autista sarebbe stato fermato e costretto ad aprire il rubinetto. Ma la protesta si estende anche a Enna: sono oltre 2.000 i litri di latte versati da 600 allevatori della provincia che manifestano vicino all’Outlet Sicilia Village, nell'area industriale del Dittaino.

La protesta del latte nell'Ennese

Nell’Ennese i manifestanti si sono dati appuntamento questa mattina aderendo alla protesta dei colleghi sardi, per chiedere che sia rivisto il prezzo del latte. In un primo momento gli allevatori si sono radunati nella rotonda di accesso al centro commerciale ma, dopo una trattativa con la polizia, si sono spostati nella strada vicina. "È inconcepibile che in questo momento il prezzo del latte sia inferiore a quello delle acque minerali", dicono dall’Unione allevatori Sicilia. 

Salvini: "Spero in soluzione"

Intano Matteo Salvini, sull’accordo, questa mattina ha commentato: ”Stamattina il primo messaggio con cui mi sono svegliato è stato con quello di un pastore che mi stava ringraziando perché ci siamo posti con uno spirito di dialogo e non di repressione dell'ordine pubblico". "Le posizioni che prima erano lontane  - ha aggiunto il vice premier - si stanno avvicinando e spero che nei prossimi giorni combacino perfettamente".

Cosa prevede l'intesa

Ieri il tavolo di filiera, in prefettura a Cagliari, tra il ministro dell'Agricoltura Gian Marco Centinaio, il presidente della Regione Sardegna, industriali e allevatori si era concluso con una proposta sul tavolo per portare il prezzo del latte a 72 centesimi al litro e tre giorni di tregua nella mobilitazione dei pastori sardi. L'obiettivo: non bloccare il conferimento del latte e riprendere a far lavorare i caseifici. Il prossimo confronto in programma è atteso per giovedì 21 febbraio, a Roma.

Leggi tutto
Prossimo articolo

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"