Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Caos neve, chiuso tratto dell'A22: automobilisti bloccati sulla Autobrennero per ore

Giornata di disagi per i viaggiatori, con code fino a 12 chilometri risolte solo in serata. L’autostrada rimane chiusa in direzione Nord tra Chiusa e Vipiteno. L’accusa della società che gestisce il tratto: “Colpa del mancato rispetto delle regole stradali”

Leggi tutto
1 nuovo post
Valanghe, fiumi in piena ed esondazioni tengono in allerta l'Italia, colpita da abbondanti nevicate e nubifragi. Dall'Alto Adige, con la chiusura di un tratto dell'autostrada del Brennero, fino alle regioni centro-meridionali, la morsa del maltempo ha provocato disagi e incidenti nella giornata di sabato.
 

Caos sull’A22
 

Si è risolta, a partire dal pomeriggio, la situazione in Trentino Alto Adige, con l’autostrada del Brennero nel caos a causa dell’abbondante nevicata e - almeno secondo Autobrennero - per il mancato rispetto delle regole stradali. L’A22 è stata chiusa in direzione nord tra Chiusa e Vipiteno: il tratto è stato a lungo bloccato a causa di vari mezzi pesanti fermi. Prima l’emergenza nella notte - con 12km di coda e mezzi intrappolati per ore - poi altre vetture rimaste ferme per tutta la giornata. Solo nella serata di sabato le code hanno iniziato a risolversi, con le persone che hanno potuto abbandonare l'Autostrada. Nonostante il miglioramento della situazione, il tratto dell’A22 rimane chiuso. La Protezione Civile dell'Alto Adige ha invitato a “non utilizzare l'autostrada del Brennero”.
 

Difficoltà anche per le ferrovie
 

Neanche i binari sono stati risparmiati dall'eccezionale nevicata. Il gruppo Fs Italiane ha attivato nella mattina in Trentino Alto Adige, lo stato di emergenza grave che durerà anche domenica 3 febbraio.
 

Piena del fiume Reno, 6 carabinieri in ipotermia
 

Il maltempo, intanto, sta flagellando anche l’Emilia-Romagna. Il fiume Reno è esondato nel Bolognese, causando l’evacuazione di circa 280 persone che vivono nelle vicinanze degli argini. Sei carabinieri impegnati nelle operazioni di allontanamento della popolazione sono stati investiti dall’onda di piena del fiume: finiti in ipotermia, sono stati ricoverati in ospedale.
- di Daniele Troilo

Tutti gli aggiornamenti sul maltempo in Italia con la diretta di Sky Tg24: qui lo streaming

 

 

- di Daniele Troilo

La piena del fiume Reno vista dall'alto

 


 
- di Daniele Troilo

Il racconto della giornata di caos sulla A22

 


 
- di Daniele Troilo

Esonda il fiume Cecina a Pisa, evacuata una famiglia

 

I Vigili del Fuoco del Comando di Pisa, con il personale del distaccamento di Saline di Volterra, stanno intervenendo nel Comune di Montescudaio, in località Scornabecchi, in seguito all’esondazione del fiume Cecina. In via precauzionale e in accordo con il sindaco del Comune presente sul posto, una famiglia composta da 5 persone è stata evacuata. La squadra dei vigili del fuoco sta monitorando il fiume insieme al personale della Protezione  civile.
- di Daniele Troilo

Servizi anti sciacallaggio in zone allagate del Bolognese

 

Nelle zone colpite dagli allagamenti, per l'esondazione del fiume Reno nel Bolognese, i carabinieri hanno programmato un servizio anti sciacallaggio per controllare abitazioni e capannoni.
- di Redazione Sky TG24

Gruppo Fs: prosegue domani prevenzione in Alto Adige

 

 
Proseguiranno anche nella giornata di domenica 3 febbraio in Trentino Alto Adige tutte le attività e le misure di prevenzione contemplate dallo "stato di emergenza grave dei piani neve e gelo", così come previsto nelle procedure adottate dal Gruppo FsItaliane in caso di condizioni metereologiche particolarmente avverse. Lo riferisce il gruppo in una nota. L'offerta ferroviaria del trasporto regionale sarà quindi ridotta del 50% sulle linee Fortezza - Brennero e Fortezza - San Candido, per assicurarne una migliore regolarità. I treni internazionali a lunga percorrenza circoleranno regolarmente.  
- di Redazione Sky TG24

Frana in Mugello isola famiglie, Arno in piena

 

A causa del maltempo nel Mugello una strada è franata nel territorio di Palazzuolo sul Senio e quattro famiglie sono rimaste isolate. È successo nel paese di Mantigno, su un versante dell'Appennino. L'accumulo di neve e la pioggia hanno causato un vasto smottamento che ha trascinato a valle la carreggiata della strada di collegamento. Volontari della protezione civile stanno garantendo assistenza alle persone rimaste isolate nelle proprie abitazioni sull'Appennino. Non risultano altri danni mentre le autorità si sono già attivate per ripristinare la viabilità. A Firenze invece il fiume Arno è in piena ma il picco raggiunto in serata è rimasto un centimetro sotto il primo livello di guardia (3 metri) nei pressi degli Uffizi. Le piogge proseguono in tutta la Toscana ma con intensità inferiore alla notte scorsa mentre i livelli di tutti i corsi d'acqua sono dati in calo. Tra questi i bacini dei fiumi Ombrone Pistoiese e Bisenzio rimangono i più colpiti dal maltempo. La Protezione civile regionale comunque "non prevede un aggravamento significativo della situazione".
 
 
- di Redazione Sky TG24

Riaperti passo del Foscagno e passo del Gallo

 

 
Il passo del Foscagno che, in territorio comunale di Valdidentro (Sondrio), oggi era stato chiuso al traffico per la troppa neve e poi riaperto a senso unico alternato, ora è percorribile in entrambi i sensi di marcia in direzione di Livigno (Sondrio) e dalla località turistica della Valtellina in senso opposto come collegamento con il resto della Lombardia. Lo ha reso noto l'ufficio comunicazione di Bormio Marketing, aggiungendo che sino a stasera è stato riaperto anche il passo del Gallo, ma solo nella direzione dalla Svizzera verso Livigno.
- di Redazione Sky TG24

280 fuori casa nella Bassa Bolognese

 

Sono tra le 270 e le 280 le persone che hanno dovuto abbandonare le proprie abitazioni nella zona di Castel Maggiore, nella Bassa Bolognese, per l'esondazione del Reno che ha rotto un argine. L'area più colpita è di circa cinque km quadrati, e coinvolge anche il territorio di Argelato. La Protezione civile, informa la Regione, è al lavoro per chiudere la falla nell'argine con massi ciclopici per frenare l'afflusso d'acqua. Dieci in tutto i ricoverati per principio di ipotermia, tra cui i sei carabinieri.
- di Redazione Sky TG24

Si è risolta la coda in A22

 


 
- di Redazione Sky TG24

Migliora la situazione sull'A22

 

Inizia a migliorare la situazione sull'A22: secondo quanto riportato dall'inviato di Sky TG24, la lunga coda si sta risolvendo e le persone possono finalmente lasciare il tratto di Autostrada.

 
- di Redazione Sky TG24

Bologna, evacuati piena Reno quasi tutti tornati a casa

 

Nel pomeriggio di oggi sono rientrate nelle proprie case molte delle famiglie che questa mattina per precauzione sono state evacuate a fronte del fenomeno di piena del fiume Reno, che per quanto riguarda la città di Bologna si è attenuato nel corso della giornata.
Ne dà notizia il Comune di Bologna. La fase di emergenza per la zona di Bologna è dunque rientrata, informa il Comune, ma permane l'allerta rossa - fino alla mezzanotte di domani - nel quadrante che comprende anche parte della città.
 
 
- di Redazione Sky TG24

Nel Reggiano sorvegliati Po e torrente Enza

 

Oltre al Po, cresciuto di tre metri nelle ultime 12 ore, il torrente Enza ha sfiorato la soglia d'allarme rosso. In provincia di Reggio Emilia si alza il livello di guardia e i tecnici di Aipo e autorità di bacino hanno messo in atto azioni preventive, monitorando fiumi e corsi d'acqua. Il livello del Po si è portato da -2 a -1,06 sopra lo zero idrometrico nell'ultima rilevazione delle 17 a Boretto. Ma la soglia di allerta arancione è ancora lontana: scatta sopra i 5,5 metri, misura in cui comincerebbe ad entrare acqua nelle golene. In lieve miglioramento la situazione del torrente Enza, che un anno fa esondò creando gravi danni a Lentigione di Brescello e che nella mattinata aveva sfiorato con 10,82 il livello di piena (11 metri), dopo il quale si sgomberano abitazioni e si chiudono strade e ponti. Ma nell'ultima rilevazione delle 17 all'idrometro di Sorbolo Levante si è sgonfiato a 10,18 grazie anche alla minor intensità delle precipitazioni nelle ultime ore.
- di Redazione Sky TG24

Piena Reno, 6 carabinieri feriti durante salvataggio

 


 
- di Redazione Sky TG24

Alto Adige, situazione migliora ma ancora critica

 

La situazione in Alto Adige è in leggero miglioramento ma comunque ancora critica lungo le strade statali e lungo il tratto altoatesino dell'autostrada del Brennero. È quanto fa sapere, tramite una nota della Provincia automa, la Protezione civile che ricorda l'impossibilità di utilizzare l'autostrada A22 in direzione nord tra Bolzano sud e Vipiteno e invita tutti coloro che sono in autostrada a lasciare una corsia libera per consentire il passaggio dei mezzi di intervento che devono soccorrere camionisti e automobilisti in difficoltà a causa della neve.
Per quanto riguarda il trasporto pubblico, la circolazione procede a singhiozzo lungo la linea ferroviaria del Brennero. Tra il confine di Stato e Bolzano la circolazione è rallentata, mentre i treni viaggiano normalmente in direzione opposta. Lungo la linea ferroviaria della Val Pusteria, blocco totale tra San Candido e Sillian, tra Fortezza e San Candido si viaggia con cadenza oraria in entrambe le direzioni. I convogli viaggiano regolarmente lungo la linea ferroviaria Merano-Bolzano e fino a Malles Venosta.
 
- di Redazione Sky TG24

Intervento carabinieri per piena fiume Reno, sei in ipotermia

 

Sono ricoverati per gli effetti dell'ipotermia i sei carabinieri - il Comandante della Compagnia Carabinieri di Bologna Borgo Panigale, Maggiore Elio Norino e altri cinque militari - intervenuto attorno alle 13 di oggi  in via Bondanello a Castel Maggiore, nel Bolognese,  per sgomberare la strada e le abitazioni che si trovano nei pressi del Fiume Reno. Il livello dell'acqua sembrava abbassarsi, ma a un tratto il fiume è tracimato presso Trebbo, inondando la strada. I carabinieri e le persone che stavano evacuando sono stati colpiti dalla piena. Si è deciso allora di utilizzare un trattore per portare tutti in salvo, ma un'altra ondata ha spinto il trattore dentro un fosso. È stato perciò necessario richiedere l'intervento dei Vigili del Fuoco, che hanno usato l'elicottero per evacuare tutti. I sei militari che hanno partecipato all'intervento sono stati ricoverati presso gli Ospedali di Bentivoglio e al Maggiore di Bologna.
 
- di Redazione Sky TG24