Climate Chance Summit Europe, cosa sapere sul vertice in Francia

Ambiente
Logo dal sito dell'evento Climate Chance Summit Europe 2022

Il 7 e l’8 marzo, a Nantes, si tiene una due giorni dedicata al cambiamento climatico a livello europeo. L’evento è organizzato dalla Climate Chance Association e sarà dedicato, in particolare, alla “attuazione del Green Deal”

Il 7 e l’8 marzo, a Nantes, in Francia, si tiene il vertice “Climate Chance Summit Europe”, due giorni dedicati all’attuazione del Green Deal e alle sfide della mitigazione e dell’adattamento ai cambiamenti climatici a livello europeo. L’evento è stato organizzato dalla Climate Chance Association e, come si legge sul sito ufficiale, si tratta del primo grande vertice sul clima in loco dopo la COP di Glasgow. Nella città francese si riuniscono tutte le reti europee degli enti locali e regionali.

Cosa sapere sul Climate Chance Summit Europe

leggi anche

Cop26, accordo ridotto sul clima. Sharma si scusa

La serie di eventi si terrà, tra il 7 e l’8 marzo, in sinergia con la Conferenza europea sul clima organizzata dalla Presidenza francese del Consiglio dell'Unione Europea (FPEU) con il sostegno di Nantes Métropole. La Conferenza europea sul clima riunirà rappresentanti di alto livello degli Stati membri dell'UE, della Commissione europea e del Parlamento europeo, ai quali si aggiungeranno anche personalità di spicco della società civile, della comunità scientifica, delle imprese e delle amministrazioni locali. L’evento sarà strutturato attorno a conferenze e presentazioni tenute da esperti e scienziati di alto livello, nonché tavole rotonde e dimostrazioni. L’obiettivo della due giorni sui cambiamenti climatici è quello di mobilitare l'Europa per affrontare le sfide climatiche e raggiungere il traguardo più ambizioso dell'Unione europea di ridurre le emissioni di gas serra (almeno del 55% entro il 2030) e azzerarle entro il 2050.

Il programma della Climate Chance Summit Europe

approfondimento

Clima, Onu: azioni urgenti per adattarsi, vite umane a rischio

Tra il 7 e l’8 marzo sono previste tavole rotonde e sessioni di lavoro con anche un appuntamento per dimostrare sostegno all’Ucraina, per un totale di 40 appuntamenti. Tra questi ci saranno due sessioni plenarie condivise tra la Conferenza europea sul clima e il Climate Chance Summit. La prima avrà come oggetto il tema “Da Glasgow a Sharm El-Sheikh, dal green deal europeo alle azioni territoriali per il clima”, mentre la seconda si occuperà della lotta al cambiamento climatico e della transizione ecologica. Secondo gli organizzatori del vertice e il consigliere politico del ministero francese per la transizione ecologica avere i due eventi contemporaneamente “è un’opportunità di cross-fertilisation”. Durante la due giorni non saranno previste decisioni o annunci importanti, l’obiettivo principale sarà quello di raccogliere le intenzioni e coordinare i programmi. Agli eventi saranno presenti 300 speaker.

Chi sarà presente alla Climate Chance Summit Europe

approfondimento

Clima, Onu: nel 2100 aumento del 50% degli incendi estremi

Alla due giorni sui cambiamenti climatici, anche ribattezzata “mini COP”, saranno presenti Patricia Espinosa, segretario esecutivo dell'UNFCCC, Alok Sharma, presidente della COP26 e Yasmine Fouad, ministro egiziano dell'Ambiente, coordinatore ministeriale e inviato speciale della COP27, Barbara Pompili, ministro francese per la transizione ecologica e altri ministri e commissari europei.

Gli obiettivi del vertice

Durante gli incontri si discuterà anche dell'azione internazionale dell'Europa sui cambiamenti climatici, in particolare in termini di cooperazione dell'Europa con l’Africa. Nelle sessioni plenarie ad alto livello, invece, saranno presentate le proposte davanti a organismi europei e internazionali. Queste proposte, discusse in una trentina di workshop guidati da varie reti, saranno poi raccolte e inviate a tutti i leader europei e ai 27 Stati membri. Il Summit sarà l'occasione per scoprire le migliori pratiche da attivare per contrastare i cambiamenti climatici. Le iniziative sono state raccolte tramite un invito a presentare contributi lanciato a livello europeo prima dell'evento e ampiamente trasmesso a tutte le reti europee di attori non statali. L'evento si baserà sulle analisi del Climate Chance Observatory. Al Summit si evidenzieranno le principali tendenze del Rapporto di sintesi globale sull'azione locale per il clima 2022, comprese le maggiori iniziative di cooperazione di città e regioni per la mitigazione e l'adattamento ai cambiamenti climatici.

Come partecipare agli eventi

La registrazione al Summit Climate Chance Europe 2022 è aperta a tutti, ma vige l’obbligo di presentare il Green pass. Il numero massimo di persone ammesse all’evento è stato fissato in 2.000 ingressi. Il sito ufficiale ha evidenziato come, a causa della conferenza della Presidenza francese del Consiglio dell'Unione europea, le misure di sicurezza in loco saranno rafforzate. Il costo del biglietto per una sola giornata è di 20 euro, mentre sale a 30 euro se si vuole acquistare il pass per entrambe le giornate.

Ambiente: I più letti