Riconoscimento facciale e addio al tasto Home: come sarà l'iPhone 8

L'iPhone 8 potrebbe rinunciare al tasto Home (Getty Images)
2' di lettura

Gli sviluppatori di HomePod (l'assistente digitale di Cupertino) hanno scovato alcune novità nel codice del prossimo prodotto della Apple: una riguarda la nuova funzione di riconoscimento biometrico, l'altra il design

Per sbloccare il prossimo iPhone bisognerà metterci la faccia. Apple, dopo essere stata tra i primi ad aver sdoganato il riconoscimento delle impronte digitali, potrebbe introdurre la scansione del volto. L'azienda di Cupertino non conferma e non smentisce, ma non si tratta di una semplice indiscrezione: la nuova funzione è emersa dal codice (accessibile agli sviluppatori) di HomePod, l'assistente digitale lanciato a giugno e in vendita da dicembre.

Il codice svela la scansione del volto

Anche se non è l'iPhone 8, il codice dell'HomePod (o, per essere più precisi, del suo Firmware) rivela l'esistenza del nuovo sistema di riconoscimento biometrico: una scansione a infrarossi che riconosce il viso dell'utente e sblocca il dispositivo. La voce circolava già da un po' e ne aveva parlato Bloomberg lo scorso luglio. Ma le righe di codice sono qualcosa più di un spiffero, anche se – da qui alla presentazione – le voci (più o meno attendibili) si moltiplicheranno. Non è invece ancora chiaro se il riconoscimento facciale affiancherà o sostituirà la scansione delle impronte digitali.

Apple rinuncia la tasto Home?

Il riconoscimento facciale non è l'unica novità scovata dagli sviluppatori. È stata infatti pubblicata un'immagine che pare possa essere il profilo dell'iPhone 8. Se fosse autentica, non sarebbe un'innovazione da poco: perché pare scomparire il tasto Home, cioè quello centrale utilizzato per governare lo smartphone. Sulla linea di Samsung, il display (curvo sui lati) si amplia, limitando al minimo le porzioni frontali non occupate dallo schermo. Anche in questo caso, si tratta di conferme, anche se non era (e non è) scontata la rinuncia al tasto circolare che da sempre rappresenta la firma di Cupertino. Che si tratti di una rivelazione involontaria o di uno spiffero controllato, Apple si sta dimostrando più abbottonata rispetto al passato. La grande attesa dell'iPhone 8 (lo smartphone festeggia nel 2017 i 10 anni del dispositivo) è alimentata anche dal fatto che non è stata ancora fissata la data di presentazione. 

Leggi tutto
Prossimo articolo