Amber Heard paladina dei diritti LGBT. FOTO

L’attrice americana ha partecipato alla seconda edizione della conferenza 'Pride&Prejudice' organizzata dal "The Economist". Bisessuale dichiarata, l’ex signora Depp ha parlato di come il cinema non dia ancora abbastanza spazio alla diversità. E ha colto l’occasione per annunciare di aver reso pubblico il proprio profilo Instagram. LA FOTOGALLERY

  • ©Getty Images
    Amber Heard ha preso parte alla conferenza ‘Pride&Prejudice’ (Orgoglio e preugidizio) organizzata per il secondo anno dal “The Economist” a New York. L’ex moglie di Johnny Depp ha parlato del ruolo che il cinema e le arti possono svolgere nella lotta per i diritti della comunità LGBT- Le coppie vip scoppiate nel 2016
  • ©Getty Images
    Per l’occasione la 30enne star ha optato per un look business chic, abbinando ad una camicia bianca una gonna scura, e raccogliendo i capelli. Nel corso dell’evento, Amber ha annunciato di voler rendere pubblico il proprio profilo Instagram – Il profilo Instagram di Amber Heard
  • ©Getty Images
    La Heard, che non ha mai nascosto la propria bisessualità, è stata una delle prime star a fare coming out, nel lontano 2010. “All’epoca mi avevano avvisato di non parlare, ma io preferivo non avere successo a causa di quello che ero veramente, che trionfare eventualmente con un’immagine che non era mia. Avevo una relazione, e non l’ho mai nascosta. Ho sempre parlato onestamente della mia vita” ha spiegato al vice direttore del “The Economist” Tom Standage – Le parole di amber Heard
  • ©Getty Images
    Amber Heard si è sposata con l’attore Johnny Depp nel 2015, dal quale ha chiesto la separazione dopo solo 15 mesi di matrimonio a causa di presunte violenze fisiche. Prima della relazione con il divo di “Pirati dei Caraibi”, l’attrice texana aveva avuto una relazione con la fotografa Tasya van Ree dal 2008 al 2012 - Johnny Depp e Amber Heard divorziano dopo 15 mesi di matrimonio.
  • ©Getty Images
    “Credo che se tutti i gay che conosco personalmente a Hollywood decidessero di fare coming out, avremmo una giornata nazionale del ‘tu sai chi sei’. Molti tirano in ballo la questione della privacy, ma non è una ragione valida. Io ho scelto di fare coming out perché lavorando ad Hollywood sapevo di essere in una posizione diversa, e di avere anche delle responsabilità nei confronti delle persone” ha spiegato la star di “Magic Mike XXL” - Tmz: Johnny Depp e Amber Heard, accordo da 7 milioni per il divorzio
  • ©Getty Images
    L’industria cinematografica, a detta della Heard, non è ancora abbastanza aperta sul tema della diversità: “Ci illudiamo che il cinema rifletta la vita reale, ma non è così: l’industria è semplicemente ferma nel passato. Funziona così perché tutti adorano la storia del ragazzo che salva il mondo, s’innamora di una donna e vivono felici e contenti. Non sono gli attori o le persone, ma l’infrastruttura che deve cambiare. Non si prendono rischi, si continua a ripetere la stessa formula che ha avuto successo in precedenza, invece di osare un po’ e rappresentare fedelmente il mondo che ci circonda” – Amber Heard evita il carcere per contrabbando di cani
  • ©Getty Images
    Proprio a proposito di fedeltà alla vita reale, tra le pellicole a cui ha preso parte Amber c’è anche “The Danish Girl”, incentrata sulla vicenda del primo transessuale della storia, interpretato da Eddie Redmayne. Tra i suoi prossimi impegni c’è invece “Justice League”, in cui vestirà i panni dell’eroina dei fumetti Mera - All’asta i costumi di Superman e Batman