Keith Haring, a Milano arriva la mostra “About art”. FOTO

Dal 21 febbraio al 18 giugno 2017 le stanze di Palazzo Reale ospiteranno un'esposizione di 110 opere del grande artista americano. Un dialogo virtuale tra i suoi lavori e le se sue numerose fonti d'ispirazione: dall'archeologia classica alle civiltà precolombiane, dalle religioni alle maschere del Pacifico e alle creazioni dei nativi americani. Fino ad arrivare ai maestri del Novecento come Jackson Pollock, Jean Dubuffet e Paul Klee. LA FOTOGALLERY

 

  • Si intitolerà “About art” la mostra celebrativa del genio artistico di Keith Haring (1958-1990) che sarà allestita dal 21 al 18 giugno 2017 a Palazzo Reale di Milano. È un tentativo, dicono gli organizzatori, di rendere “il senso profondo e la complessità della sua ricerca, mettendo in luce il suo rapporto con la storia dell’arte” attraverso un dialogo per immagini fra le opere dell'artista e le sue fonti di ispirazione. Nella foto: Keith Haring, "Untitled", 1983, courtesy Laurent Strouk (foto © Haring Foundation) - Da Picasso a Kandinsky: le mostre in arrivo nel 2017. FOTO
  • L’esposizione di 110 opere di Haring è curata da Gianni Mercurio, promossa e prodotta dal Comune di Milano - assessorato alla Cultura, Palazzo Reale, Giunti Arte mostre musei e 24 Ore Cultura - Gruppo 24 Ore. E, inoltre, con la collaborazione scientifica di Madeinart e il contributo della Keith Haring Foundation. Nella foto: Keith Haring. "Tree of life", 1985, Collezione privata (© Haring Foundation) - Il sito internet della mostra
  • Sarà un punto di osservazione differente dell'arte di Haring, quello milanese, che verrà sviluppato attraverso una lettura retrospettiva della sua opera alla luce della storia delle arti che egli ha collocato al centro del proprio lavoro. Nella foto: Keith Haring, "Untitled", 1981, Salisburgo, Kunstmuseum, Collezione Neggy Diba, (© Haring Foundation) - Con il Miart arriva a Milano la settimana dell’arte
  • Con il suo tratto unico, Haring ha saputo reinterpretare soggetti di epoche differenti, in una “sintesi narrativa - dicono gli organizzatori - di archetipi della tradizione classica, di arte tribale ed etnografica, di immaginario gotico o di cartoonism, di linguaggi del suo secolo e di escursioni nel futuro con l’impiego del computer in alcune sue ultime sperimentazioni”. Nelle foto: Keith Haring, "Untitled", 1986, Collezione Emmanelle e Jérôme de Noirmont, Parigi (© Haring Foundation) - Un 2017 al museo: le inaugurazioni più attese dell’anno
  • ©Getty Images
    Jackson Pollock, Jean Dubuffet e Paul Klee. Nel percorso allestito a Palazzo Reale ci sarà spazio anche per la storia di questi tre maestri dell'arte del Novecento, che giocarono un ruolo decisivo nel percorso artistico di Haring. Così come i calchi della Colonna Traiana, le maschere delle culture del Pacifico, i dipinti del Rinascimento italiano. Nella foto: "CityKids speak on liberty banner", l'opere d'arte di maggiori dimensioni realizzata da Keith Haring. Qui nell'esposizione al Liberty State Park di Jersey City, New Jersey, nel 2015 - Musei italiani da record: nel 2016 44,5 milioni di visitatori
  • ©LaPresse
    Nato a Reading (Pennsylvania) il 4 maggio 1958, Keith Haring è stato uno dei più importanti autori della seconda metà del Novecento. La sua arte è percepita come espressione di una controcultura socialmente e politicamente impegnata su temi come droga, razzismo, Aids, minaccia nucleare, alienazione giovanile, discriminazione delle minoranze, arroganza del potere. Tematiche, queste, che lo hanno reso l'archetipo dell'artista-attivista globale. Nella foto: Keith Haring (a destra) in compagnia di Andy Warhol al Fashion aid (1986) - "The seventies", su Sky Arte la serie sugli anni '70
  • ©Getty Images
    Considerato come una delle più importanti figure dell'arte americana del Dopoguerra, Keith Haring morì a New York il 16 febbraio del 1990 all'età di 31 anni in seguito ai danni causati dall'Aids. Nella foto: un gruppo di visitatori partecipa alla Keith Haring Exhibition durante un'anteprima stampa tenuta al Museo d'arte moderna di Parigi, nel 2013 - Il sito della Keith Haring Foundation per la lotta all'Aids