Sei milioni di italiani non mangiano glutine per scelta

Birra "gluten free" in un supermercato (Getty Images)
2' di lettura

Il mercato del “gluten free” è in ascesa nel nostro Paese, dove ogni anno si spendono 320 milioni di euro per questo genere di prodotti. Di questi, però, solo 215 milioni sono spesi da pazienti celiaci

Sei milioni di italiani non mangiano glutine per scelta. A comunicarlo sono gli esperti di celiachia, a pochi giorni dalla terza settimana nazionale della celiachia che si terrà dal 13 al 21 maggio.

In Italia ogni anno si spendono 320 milioni di euro per prodotti senza glutine. Lo dicono dati recenti raccolti da Nielsen e anticipati dall'Aic, l'Associazione italiana celiachia, che li presenterà in occasione della settimana dedicata alla celiachia. Di questi 320 milioni, però, solo 215 sono destinati a pazienti realmente celiaci. Gli altri 105 sarebbero spesi inutilmente da persone che si considerano affetti da tale patologia seguendo falsi miti. E che portano in tavola solo prodotti "gluten free" convinte - a torto - di guadagnarci in salute: sono circa 6 milioni, per gli esperti. I quali ricordano come questa dieta, per i veri celiaci, non sia una scelta alimentare ma ad oggi l'unica terapia possibile.

Anche grazie a questi 6 milioni di italiani che vivono nell'equivoco, il mercato dei prodotti “gluten free” è in forte ascesa. Una moda lanciata già da diverse star che hanno milioni di follower sui social: da Lady Gaga a Victoria Beckham, a Gwyneth Paltrow, tutte accomunate dal pallino di questo genere di dieta. "Nessuna ricerca ha finora dimostrato qualsivoglia effetto benefico per i non celiaci nell'alimentarsi senza glutine – ha spiegato il presidente dell'Aic Giuseppe Di Fabio – anzi, gli studi scientifici stanno ampiamente dimostrando che in chi non è celiaco l'esclusione del glutine è inutile". Lo dice anche una recente indagine condotta per 26 anni su 110mila persone e pubblicata dal "British medical journal" che dimostra come nei non celiaci l'esclusione del glutine non riduca ad esempio il rischio cardiovascolare.

 

La settimana dedicata alla celiachia

La settimana nazionale della celiachia che comincia il 13 maggio nasce proprio con l'intento di sensibilizzare e far conoscere i veri rischi di questa malattia. In Italia i pazienti celiaci sono da alcuni anni in aumento: sono stimati in circa 600mila (l'1% della popolazione), ma quelli diagnosticati sarebbero appena 190mila.

Leggi tutto