Sanità, aggiornata la lista delle cure gratuite

1' di lettura

Dopo 15 anni è stato aggiornato l'elenco delle prestazioni gratuite per i Livelli essenziali di assistenza (Lea) con diverse novità, dall'offerta gratuita del test combinato per la diagnosi prenatale alla procreazione medicalmente assistita

Con il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 12 gennaio 2017, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale numero 65 del 18 marzo 2017, il governo ha introdotto nuove prestazioni gratuite. Il Ministero della Salute ha aggiornato l'elenco di tutto ciò che il Sistema Sanitario Nazionale è tenuto ad erogare agli utenti in Italia, gratuitamente o dietro pagamento del ticket. “Un passaggio storico”, ha commentato il ministro Beatrice Lorenzin. Dai vaccini alle crescenti tutele per le future mamme, ecco i principali cambiamenti.

 

Maternità - Per la prima volta, tutte le donne italiane potranno accedere gratuitamente al test combinato, strumento fondamentale per la diagnosi prenatale di malformazioni e anomalie genetiche. In caso di rischio elevato, determinato dalla preesistenza di anomalie nel Dna dei genitori, sarà gratuita anche la villocentesi e l'amniocentesi. I servizi verranno erogati indipendentemente dall'età della gestante. Saranno gratuite anche le visite specialistiche di genetica medica e altre indagini relative al codice genetico se la gestante ha subito aborti ripetuti. Le future mamme potranno accedere gratuitamente a corsi di accompagnamento alla nascita, all'assistenza durante la gestazione e ai colloqui psicologici in caso di disagio emotivo in gravidanza.

 

Procreazione medicalmente assistita - Fino ad oggi le donne che desiderano diventare madri hanno avuto accesso alle prestazioni per la procreazione medicalmente assistita solo in regime di ricovero. Ora tutte le prestazioni necessarie alla Pma, omologa ed eterologa, sono disponibili anche ambulatorialmente. Per tutte le spese legate alla raccolta, conservazione e distribuzione delle cellule riproduttive utilizzate nella Pma eterologa, sarà previsto solo un contributo il cui importo sarà deciso dalle singole regioni.

 

Endometriosi - L'endometriosi, una patologia del tessuto uterino, colpisce tre milioni di donne italiane. Il Sistema Sanitario Nazionale la considera da ora una malattia cronica e invalidante, ma solo negli stadi clinici più avanzati. A chi ne soffre sarà concessa l'esenzione di alcune prestazioni specialistiche di controllo.

 

Vaccini - Tra i vaccini introdotti nell'elenco delle prestazioni gratuite per i Livelli essenziali di assistenza, c'è quello contro il Papilloma virus (esteso anche ai ragazzi adolescenti), il meningococco, lo pneumococco. Inoltre, il Sistema Sanitario Nazionale ha inserito nel Lea lo screening neonatale per la sordità, la cataratta congenita e le malattie metaboliche ereditarie.

 

Celiachia - Finora il Sistema Sanitario Nazionale considerava la celiachia una malattia rara. Questa patologia colpisce solo in Italia quasi 200 mila persone. Con il decreto è avvenuto il passaggio tra le malattie croniche e, con questo cambiamento, le prestazioni specialistiche ambulatoriali connesse al monitoraggio, alla prevenzione e alla diagnostica di eventuali peggioramenti della patologia, saranno gratuite. Per ottenere l'esenzione sarà sufficiente ottenere una certificazione di malattia da uno specialista, per avere un attestato di esenzione.

 

Protesi - Le persone affette da alcune malattie rare che limitano ad esempio la comunicazione potranno ricevere delle protesi che aiutino a migliorare la qualità della vita. Il nuovo elenco permetterà di prescrivere strumenti e software di comunicazione alternativa e aumentativa, tastiere per permettere a persone con gravissime disabilità di interagire, dispositivi per il puntamento con lo sguardo, apparecchi acustici a tecnologia digitale, dispositivi per il telesoccorso. Inoltre, potranno essere prescritti strumenti per chi soffre di disabilità motorie, scooter elettrici a quattro ruote, carrozzine bariatriche, con sistema di verticalizzazione, sollevatori fissi e carrelli servoscala per interni, maniglioni, braccioli e sostegni per il bagno, sensori per il controllo degli ambienti.

 

Malattie rare e patologie croniche - Il decreto ha anche ampliato l'elenco delle malattie rare, con 110 nuove patologie, per le cui cure è stata prevista l'esenzione dal ticket. Nell'aggiornamento sono state inserite la sarcoidosi, la sindrome di Guillain-Barré, la fibrosi polmonare idiopatica. Da questo elenco sono state rimosse invece patologie ora considerate croniche: tra queste, oltre alla celiachia, anche la sindrome di Down e la sindrome di Klinefelter. Infine, il nuovo decreto recepisce la legge n.134 del 2015, che ha previsto l'aggiornamento dei livelli essenziali di assistenza per la diagnosi precoce, la cura e il trattamento individualizzato dei disturbi legati all'autismo.

Leggi tutto