Attentato di Londra, polizia: arrestato un secondo sospettato

3' di lettura

Si tratta di un 21enne fermato nella notte a Hounslow, nella parte ovest della capitale britannica. Si sospetta che abbia preso parte all'attacco alla metro di Parsons Green. Aereo della British Airways evacuato a Parigi per un falso allarme

C’è stato un secondo arresto per l'attentato alla metropolitana di Londra del 15 settembre in cui sono rimaste ferite 30 persone (IL VAGONE) dopo l'esplosione parziale di un ordigno rudimentale, intorno alle 8:20 del mattino, alla stazione di Parsons Green. La polizia ha fermato un altro uomo sospettato di aver partecipato all'attacco, come riferito da Scotland Yard: si tratta di un 21enne rintracciato nella notte di ieri a Hounslow, nella parte Ovest della capitale britannica.

Il primo arresto

Sul fronte delle indagini è emerso inoltre che il 18enne arrestato il 16 settembre nella zona del porto di Dover sarebbe una persona già conosciuta dalle forze dell’ordine britanniche. Il ragazzo, secondo quanto ha riferito una vicina di casa al quotidiano Daily Mail, “circa due settimane fa” “è stato arrestato dalla polizia a Parsons Green”. Poi, ha aggiunto la donna che non conosce i motivi dell’arresto, “è tornato a casa”. 

Le perquisizioni nel Surrey

A finire nel mirino delle perquisizioni legate all’attentato, anche una casa di “una rispettata coppia locale”, a Sunbury-on-Thames, che - come riportato da Sky News - avrebbe dato per anni ospitalità a bambini e giovani rifugiati o a figli di richiedenti asilo. L'appartamento in questione è registrato nella cittadina del Surrey a nome di Penelope Jones, 71 anni, e del marito Ronald Jones, 88, entrambi insigniti nel 2009 con l'onorificenza dell'Ordine dell'Impero Britannico (Mbe), per la loro attività caritativa di sostegno a famiglie di rifugiati e di affidatari di loro bambini. Tra i giovani che hanno ospitato vi sarebbe stato anche il 18enne arrestato ieri. 

Il livello d'allerta torna da "critico" a "severo"

Mentre la stazione colpita, quella di Parsons Green, ha riaperto garantendo un “buon servizio”, e mentre Londra cerca di ritornare alla normalità, nel paese lo stato d'allerta è tornato "severo" dopo che era stato innalzato a livello “critico”, il più alto. Inoltre, già dal giorno successivo all’attentato, sono stati schierati i militari in supporto alla polizia di Londra per pattugliare gli obiettivi sensibili (FOTO).

Aereo della British Airways evacuato a Parigi

A Parigi un aereo della British Airways, che avrebbe dovuto decollare alla volta di Londra Heathrow (BA 0303) alle 7:25 di domenica 17 settembre è stato bloccato sulla pista dell'aeroporto Charles De Gaulle ed evacuato a causa di una non meglio precisata minaccia terroristica. L'allarme è poi rientrato qualche ora dopo. 

Data ultima modifica 17 settembre 2017 ore 09:55

Leggi tutto
Prossimo articolo

le ultime notizie di skytg24