Incendi in Francia, in Costa Azzurra situazione "sotto controllo"

2' di lettura

Lo hanno detto i vigili del fuoco a proposito dei roghi nel sud del Paese, che hanno costretto all'evacuazione di migliaia di persone. "Stiamo vincendo la battaglia", hanno aggiunto. Ma c'è il rischio che partano nuovi focolai

I violenti incendi nel sud della Francia, che hanno costretto a evacuazioni massicce di residenti e turisti, sono “sotto controllo”. Lo hanno detto i vigili del fuoco, che però hanno avvertito del rischio che partano nuovi focolai. Nella località di Bormes-les-Mimosas, dove si affacciano alcune delle più note spiagge della Costa Azzurra, “l'incendio non è completamente sotto controllo, ma stiamo vincendo la battaglia”, ha spiegato Michael Bernier, tenente colonnello che guida le operazioni. Proprio a Bormes-les-Mimosa c’era il rogo che ha ridotto in cenere 1.700 ettari di macchia mediterranea.

Gli incendi a Bormes-Les-Mimosas

Nelle scorse ore erano diversi gli incendi che hanno messo in ginocchio il sud-est della Francia. Le fiamme hanno minacciato abitazioni e turisti in molti centri della Costa Azzurra. Solo nella zona di Bormes-Les-Mimosas, piccolo comune nel dipartimento del Var, nella regione della Provence-Alpes-Cote d'Azur (Paca), sono state evacuate 12mila persone, tra cui 3mila campeggiatori che hanno trovato riparo in spiaggia o in alcune strutture di fortuna allestite per l'occasione. Il sindaco, Francois Arizzi, si è detto ottimista e fiducioso che in giornata le persone possano ritornare alle loro case o nei luoghi di soggiorno. “Le cose vanno per il verso giusto, ma ci sono nuovi focolai spinti da folate di vento”, ha però avvertito il tenente colonnello Bernier. A causa del forte vento, le fiamme hanno bruciato più di mille ettari di terreno. I testimoni hanno parlato di uno scenario apocalittico e di uno spettacolo infernale sule colline. Ieri sera sul posto è arrivato anche il primo ministro francese, Edouard Philippe, per constatare di persona l'entità del disastro e incontrare i pompieri.

Inchiesta per capire se siano dolosi

Sono stati messi sotto controllo anche i tre enormi incendi nella regione di Bouches-du-Rhone, dove le fiamme hanno bruciato migliaia di chilometri quadrati. Le autorità, comunque, non abbassano la guardia perché il caldo, la siccità e il vento Mistral che continua a soffiare hanno già divorato 7mila ettari di vegetazione (la metà nel dipartimento di Var). È stata aperta, intanto, un'inchiesta per capire se gli incendi siano stati dolosi o meno.

Leggi tutto
Prossimo articolo