Presidenziali Francia, Marine Le Pen copia il discorso di Fillon

3' di lettura

Diversi passaggi dell'intervento del primo maggio della candidata del Front National ricalcano le parole usate dal leader dei repubblicani appena due settimane prima. Front National: volevamo “strizzare l'occhio” agli elettori di destra

Nel discorso pronunciato lunedì 1 maggio a Villepinte, Marine Le Pen – la leader del Front National che sfida Emmanuel Macron al ballottaggio delle presidenziali francesi – sembra aver "tratto ispirazione" da quello fatto due settimane prima dal candidato repubblicano, ora fuori dai giochi, François Fillon.

Un minuto e mezzo copiato da Le Pen

Avrebbe dovuto essere il culmine della sua campagna elettorale per il secondo turno, e invece il discorso di Marine Le Pen è diventato il bersaglio di migliaia di internauti. Complice la pagina Twitter di "Ridicule Tv", vicina all'ex candidato repubblicano, che ha rivelato impietosamente le similitudini tra l'ultima arringa della rappresentante dell'estrema destra francese e quella tenuta il 15 aprile scorso da Fillon. Alcuni passaggi sono identici, in particolare quello in cui Le Pen evoca l'influenza della Francia nel mondo riprendendo parola per parola oltre un minuto e mezzo del discorso dell'ex rivale.


Plagiata anche la citazione di Malraux

Le somiglianze non finiscono qui. Come scrive Liberation, altri passaggi del discorso di Marine Le Pen sarebbero un plagio di quello di Fillon. Ad esempio quando quest'ultimo parlò della "terza via" tra le ideologie materialista e islamista: "La via della cultura, del dubbio, della discussione, del compromesso, del dialogo, la via dell'equilibrio, della libertà degli individui e dei popoli". Una frase interamente ripresa da Le Pen, così come una citazione dello scrittore e politico André Malraux: "La Francia non è la Francia se non portando parte della speranza del mondo".

Le Pen fa l'occhiolino agli elettori di destra

Una prima spiegazione del plagio è stata data martedì mattina dalla radio francese Rtl, secondo cui il discorso di Marine Le Pen sarebbe stato confezionato dallo stesso autore di quello di Fillon: Paul-Marie Coûteaux, a capo del piccolo movimento Siel vicino al Front National, che durante la prima parte della campagna elettorale era stato vicino al candidato repubblicano, assistendolo appunto nella scrittura di alcuni dei suoi discorsi, e che ora avrebbe ripreso servizio presso la leader di Fn.

L'obiettivo – dichiarato anche dal capo della campagna di Marine, David Rachline – era quello di “strizzare l'occhio” agli elettori di destra in vista del difficile ballottaggio con Macron. Il risultato, però, è stato quello di mettere in difficoltà la leader del Front National in vista dell'ultimo cruciale dibattito televisivo contro il suo avversario, in programma mercoledì 3 maggio. Per il vicepresidente del Front National, Florian Philippot, si è trattato però di "un ammiccamento a un breve passaggio di un discorso sulla Francia" da parte di "una candidata di unione che dimostra di non essere settaria". 

Leggi tutto