Attacco Parigi, sospesa campagna elettorale. Scontro Le Pen-Cazeneuve

3' di lettura

Alcuni dei candidati alle presidenziali francesi, dopo la decisione di sospendere la campagna elettorale, hanno commentato l’attentato sugli Champs-Elysées. Il premier critica il Front National e Fillon. Macron: “Proteggerò i cittadini”. LIVEBLOG - FOTO

A poche ore dal primo turno delle elezioni presidenziali in Francia, i candidati all’Eliseo hanno espresso in modo unanime solidarietà alle forze dell’ordine e condannato l'attacco di Parigi. Fuori dal coro la voce di Marine Le Pen, che ha chiesto il rispristino delle frontiere e l'espulsione dei soggetti schedati con la lettera "S": cioè che costituiscono una minaccia per la sicurezza dello Stato. La risposta del premier Bernard Cazeneuve, però, non si è fatta attendere: "Al Front National incrementano l'odio".

Le Pen: “Questo governo effimero ripristini le frontiere”

Marine Le Pen è stata la prima a prendere la parola questa mattina, in una conferenza stampa dal suo quartier generale a due passi dall'Eliseo: "Siamo in guerra contro un mostruoso totalitarismo", ha detto la candidata alle presidenziali, vestita di nero in segno di lutto. La leader del Front National ha chiesto "solennemente" al presidente Francois Hollande il ripristino delle frontiere francesi. "A questo presidente notoriamente inefficace, a questo governo effimero, segnato dall'inazione, come tutti i governi di destra e di sinistra da 10 anni chiedo un ultimo sussulto, prima di lasciare il potere, gli chiedo solennemente di ordinare il ripristino effettivo delle nostre frontiere in virtù del trattato di Schengen e procedimenti amministrativi o penali immediati per gli schedati a rischio di adesione all'ideologia del nemico".

Fillon: “Pugno di ferro”

La battaglia contro il terrorismo deve essere la "priorità del prossimo quinquennio", ha detto Francois Fillon, promettendo che agirà con il "pugno di ferro". Il candidato dei Républicains ha annunciato che eleverà il livello di sicurezza delle frontiere e che è nelle sue intenzioni la rinegoziazione del trattato di Schengen.

Cazeneuve contro Le Pen e Fillon

Le parole di Marine Le Pen e François Fillon hanno scatenato la dura reazione del primo ministro Bernard Cazeneuve, che ha accusato la candidata del Front National di strumentalizzare "senza vergogna la paura" per "fini" elettorali a due giorni dal voto. Più sobria la critica mossa nei confronti di Fillon: "Certi candidati fanno la scelta dell'oltraggio e della paura".

 

Macron: “Creerò una task force anti-Daesh”

Il candidato alle presidenziali francesi Emmanuel Macro, dopo aver annullato gli ultimi due comizi previsti per oggi a Rouen e Arras, ha dichiarato: "Sono pronto a proteggere i francesi”. Il candidato di En Marche ha aggiunto: “Creerò una task force anti-Daesh, stanno cercando di ostacolare il processo democratico delle elezioni”.

 

Leggi tutto