Francia, arrestati due sospetti terroristi: “Attacco imminente” 

Foto d'archivio
3' di lettura

A Marsiglia sono stati fermati un 29enne e un 23enne già noti ai servizi segreti. In un edificio sono stati ritrovati esplosivi di tipo Tatp. I servizi di sicurezza avvertono i candidati alla presidenza: “Minaccia pesante”. Le Parisien: "Volevano colpire un candidato"

Esplosivi di tipo Tatp sono stati trovati in un edificio di Marsiglia, perquisito dopo l'arresto di due uomini sospettati di essere in procinto di compiere un attentato in piena campagna presidenziale. "L'attacco era imminente", hanno detto le fonti giudiziarie francesi citate da BFM-TV.

I due arrestati per terrorismo

Ad agire nell’edificio, che è stato evacuato, sono stati gli agenti della Dgsi, la Direzione Generale per la Sicurezza Interna, e le teste di cuoio del Raid. I due sospetti terroristi, uno di 29 anni e uno di 23, erano già noti agli 007 francesi per la loro radicalizzazione e sono stati arrestati nel terzo arrondissement di Marsiglia. Secondo Le Parisien online “i due uomini fermati a Marsiglia volevano colpire un candidato all'elezione presidenziale. Gli inquirenti hanno scoperto un video in cui i due sospetti prestavano giuramento all'Isis”. Nel filmato viene filmata, tra l'altro, la prima pagina di un giornale con la foto del candidato François Fillon. Da ieri, i servizi di sicurezza francesi, hanno chiesto al candidato dei Republicains di indossare un giubbetto antiproiettile ma l'ex
premier ha rifiutato. Su una scala da 1 a 4, Fillon è valutato a livello 2: è il più a rischio tra i candidati.

Fekl: “Attacco certo e imminente”

"Il rischio terrorismo è più elevato che mai", ha detto il ministro dell'Interno, Mathias Fekl. “Oltre cinquantamila uomini sono dispiegati sull'insieme del territorio per garantire la sicurezza del voto”. Fekl ha riferito che le prove di un attacco "nei prossimi giorni", “certo” e “imminente” sono state rinvenute sul posto durante le perquisizioni. "La nostra è una lotta senza tregua contro il terrorismo - ha aggiunto il ministro - Facciamo di tutto per garantire la sicurezza di questo evento cruciale per la nostra democrazia e la nostra Repubblica". 

Tensione per le presidenziali francesi

Proprio a Marsiglia domani la candidata del Front National, Marine Le Pen, terrà un grande comizio in vista delle elezioni presidenziali del 23 aprile, ma al momento non sembra che l'obiettivo dei due fermati fosse quello. I servizi di sicurezza francesi hanno lanciato un'allerta ai candidati sul "rischio attentati" e la minaccia "particolarmente pesante" che incombe sulla campagna elettorale.

Ieri, l'arrivo del frontista Gilbert Collard, deputato del Gard, al comizio di Marine Le Pen a Parigi ha creato tensioni e tafferugli.

Presidenziali in Francia: tutti i video

Data ultima modifica 18 aprile 2017 ore 13:59

Leggi tutto