Oslo, ordigno fuori dalla metro. Polizia: "Era esplosivo". Un fermo

1' di lettura

L’involucro, posizionato nei pressi della stazione "Groenland", è stato fatto brillare dagli artificieri, che poco prima avevano fatto evacuare tutti i locali della zona. Arrestato un 17enne di origini russe

Paura nella serata di sabato ad Oslo dove è stato rinvenuto un ordigno "simile ad una bomba". La polizia ha fatto brillare l'involucro che alla fine si è rivelato essere "un esplosivo". Una persona è stata fermata. Tutta la zona del centro è stata transennata e sono intervenuti gli artificieri.



Arrestato un uomo
- L'esplosione è stata chiaramente udita nel centro della città, completamente isolato dalla polizia dopo il ritrovamento del pacco sospetto. Il capo della polizia, Vidar Pedersen, ha confermato che l'ordigno, inizialmente descritto come "simile ad una bomba", in realtà "era un esplosivo". - Pederson ha detto che l'ordigno è stato ritrovato in strada appena fuori la stazione della metropolitana "Groenland". La polizia ha così fatto evacuare bar e ristoranti della zona. 

 

Arrestato un 17enne - La persona arrestata è un 17enne di origini russe arrivato nel Paese nel 2010 come richiedente asilo. Il giovane era già noto ai servizi di sicurezza. Le forze dell'ordine non hanno chiarito se il giovane volesse fare un attentato.

 

Allerta dopo attentato Stoccolma - Il ritrovamento dell'ordigno a Oslo ha fatto scattare immediatamente l'allerta, giustificata dal recente attacco compiuto con un tir a Stoccolma. Nelle ultime ore nella capitale svedese sono stare arrestate 3 persone legate al presunto attentatore.

 


 

Leggi tutto