Berlino, incontro Gentiloni-Merkel: "Le nostre relazioni sono ottime"

1' di lettura

Bilaterale tra il premier italiano e la Cancelliera tedesca. Tra i temi Fca, immigrazione e futuro dell'Ue. All'inizio della conferenza stampa un pensiero per i paesi colpiti ancora dalle scosse

Il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni ha incontrato a Berlino la Cancelliera tedesca Angela Merkel. “Voglio cominciare con un pensiero condiviso con Angela alle popolazioni delle aree colpite da scosse di terremoto molto serie”, ha detto il premier in apertura della conferenza stampa. “Abbiamo offerto la nostra solidarietà e siamo disponibili a qualsiasi tipo di aiuto”, ha aggiunto Merkel. Tra i temi del faccia a faccia la questione Fca, l’immigrazione e le altre emergenze dell’Europa. 

Il caso Fca - “Abbiamo avuto polemiche in questi giorni – ha sottolineato Gentiloni –, una in particolare sulle emissioni di alcuni modelli di Fca. Io ho semplicemente ribadito alla Merkel in amicizia che queste sono questioni regolate dalle leggi che attribuiscono alle autorità nazionali” i controlli e che “c'è una commissione” a livello europeo. “Decidiamo per quello che ci riguarda e siamo certi che i tedeschi facciano lo stesso”, ha detto Gentiloni sul caso Fiat Chrysler. “Le nostre relazioni bilaterali sono ottime”, ha detto la Cancelliera.

Immigrazione - Altro argomento affrontato dai due leader è quello dell’immigrazione. “Non c'è ancora una soluzione sostenibile e non tutti i Paesi europei sono allo stesso livello sulla responsabilità che si assumono”, ha dichiarato la Cancelliera. E ancora: “L'immigrazione non è un problema che riguarda singoli Paesi, ma tutta l'Unione europea. Libera circolazione e Schengen si possono affrontare solo se si trova una soluzione al problema”.

Il futuro dell’Ue - Si parla spesso di “Europa a due velocità, io direi che c'è un'Europa a due rigidità: troppo rigida su alcune cose, troppo flessibile su altre”, ha aggiunto Gentiloni. Spiegando: “Non possiamo dare la sensazione che in un mare in tempesta l'Ue si muova con un piccolo cabotaggio e adotti una sorta di flessibilità a corrente alternata: molto rigida sui decimali dei bilanci e molto ampia sulle questioni fondamentali come quella migratoria”. “Con la Cancelliera – ha detto ancora – abbiamo parlato del destino dell'Europa: sappiamo che attraversa una fase difficile. Italia e Germania sono tra i paesi convinti della straordinaria importanza del futuro europeo e intendono lavorare insieme per rilanciare l’Ue, pensando alle sfide che ha davanti su crescita, lavoro, investimenti, migranti e difesa dei nostri principi”. “Lavoreremo insieme – ha aggiunto – per cercare di ricostruire il valore della fiducia dei cittadini nei confronti dell'economia, delle nostre istituzioni, della democrazia”.

Gli auguri al governo Gentiloni - Angela Merkel, durante la conferenza, ha anche fatto gli auguri a Gentiloni per il suo governo. “Sono veramente lieta di poter dare il benvenuto al nuovo premier, faccio tanti auguri al nuovo governo. Auguriamo a Gentiloni molta forza e una buona mano per la soluzione dei tanti problemi. Per il resto non posso rilasciare dichiarazioni”, ha risposto a chi le chiedeva commenti sulla durata dell’esecutivo. “Non è questa la sede” per discuterne, le ha fatto eco Gentiloni. Poi dal premier italiano anche un augurio al futuro presidente Usa: “La collaborazione con Donald Trump è fondamentale, ma i nostri principi lo sono altrettanto”.

Leggi tutto