Maltempo, Regno Unito nel caos: allerta nera e ospedali in tilt

1' di lettura

Operazioni rimandate, reparti sovraffollati e pazienti costretti ad attendere nelle ambulanze prima di essere visitati. Le perturbazioni hanno fatto aumentare il numero di ricoveri a livelli senza precedenti  

In Gran Bretagna imperversa il maltempo e a risentirne di più sono gli ospedali dove l’emergenza è a livello di “allerta nera”. Secondo quanto riporta il Guardian, sono una ventina le strutture ospedaliere che hanno dichiarata la massima allerta per sovraffollamento e hanno avvertito che da lunedì scorso non possono più garantire i normali servizi e la sicurezza dei pazienti. 

 

Operazioni rimandate, reparti al completo e attese in ambulanza - L' “allerta nera” è stata inserita nelle linee guida del Servizio sanitario nazionale per indicare l’impossibilità di garantire la normale assistenza ai malati. Con il maltempo, i numeri dei ricoveri sono aumentati fino a raggiungere un livello senza precedenti. Alcune strutture hanno così dovuto annullare diverse operazioni - anche oncologiche - per far fronte all’emergenza e curare i pazienti adulti nei reparti riservati ai bambini. Altri hanno dovuto chiudere i reparti di maternità e si sono visti costretti a trattenere i pazienti nelle ambulanze prima di trovare un posto dove assisterli. Al Royal Surrey hospital a Guilford, nell'Inghilterra sud-orientale, c’erano 27 pazienti bisognosi di un ricovero, ma un solo letto libero. Il Lewisham hospital, a sud di Londra, ha inviato mail al personale avvisando di una situazione nella struttura "critica" e "non sicura". E ancora, “non ho mai visto così tante operazioni di tumore annullate", ha ammesso un medico dell'ospedale di Broomfield, nell'Essex, dove il reparto di terapia intensiva è pieno.

 

La richiesta d'aiuto al governo - "I dipartimenti d'emergenza traboccano di pazienti, incidenti interni agli ospedali sono stati segnalati in tutto il Paese e il personale dei servizi d'emergenza sta lottando per far fronte all'immensa domanda. L'aspetto più grave è la mancanza di sicurezza per i pazienti", ha detto Taj Hassa, presidente del Royal collage of emergency medicine che ha anche chiesto al governo e al Servizio sanitario nazionale di elaborare un piano urgente e di stanziare fondi d’emergenza per evitare il crollo della qualità da garantire ai malati. Ma la situazione critica è destinata a durare: nei prossimi giorni sono attese nuove ondate di gelo nel Regno Unito con molti collegamenti interrotti, come è successo a Heatrow, dove oggi sono stati cancellati più di cento voli. 

Leggi tutto