L'arte? A Monza è anche sui cartelloni pubblicitari

Il progetto dell’Associazione StreetArtPiù, porta nel capoluogo brianzolo diciotto cartelloni pubblicitari di dimensioni imponenti, tre metri per sei, dando spazio a un gruppo di 19 artisti emergenti. LA FOTOGALLERY
  • Mettere opere d'arte su cartelloni pubblicitari per rendere più bella la città e portare disegni e foto ai cittadini: questo l'obiettivo del progetto "trerperseiperlarte" dell'Associazione StreetArtPiù a Monza - Quando l’intelligenza artificiale produce opere d’arte
  • Felice Terrabuio e Roberto Spadea hanno pubblicato le opere di 19 artisti emergenti attraverso gli spazi destinati alla pubblicità - Google punta sull'arte e migliora le ricerche
  • Il progetto attraversa la città, bypassando la gerarchia centro-periferia. Esponendo le opere all'aperto, in uno spazio pubblico, si crea il terreno fertile per le libere interpretazioni dei cittadini, che possono così rivestire di nuovi significati le opere d'arte - Stoccolma, una "galleria d'arte" in metropolitana
  • Il cartellone pubblicitario diventa un veicolo per rendere universale un'azione puramente individuale, "per sottolineare i forti e innegabili legami tra creatività, spazi urbani, vita quotidiana", spiegano gli organizzatori - “Cross the Streets”, la street art al MACRO
  • Tra gli artisti esposti ci sono Gabriele Benefico, Anna Bellù&Elisabetta Orsenigo(BETTYBELLU'), Maria Luisa Conserva, Marco La Rocca, Max Marra, Paolo Monga, Akira Osaka, Luca Panucci, Enrica Passoni, Mariano Domenico Russo, Alberto Salvati, Sonia Scaccabarozzi, Beatrice Spadea, Roberto Spadea, Felice Terrabuio, Milena Tortorelli, Filiberto Vago, Simone Massafra - Cina, la più lunga strada al mondo dedicata alla "street art"
  • Dei 19 artisti coinvolti nell'iniziativa, 13 esporranno ora mentre gli altri 6 parteciperanno al secondo step del progetto artistico, che prenderà il via il prossimo ottobre - Mao di Andy Warhol venduto all'asta in Cina per 10,3 milioni di euro
  • Il progetto “treperseiperlarte” by streetartpiu si propone di finanziarsi via crowdfunding per raccogliere 200 euro per ogni cartellone stampato e spazio pubblicitario occupato. A chi finanzierà l'operazione, verrà inviata una piccola opera dell'artista "adottato" - Berlino, cade il muro e rimangono i graffiti
  • Streetartpiu è un'associazione che ha sede a Monza e che si propone di promuovere eventi culturali legati al territorio, con l'ausilio di tecnologie sia tradizionali sia innovative - Il sito dell'associazione
  • Inoltre, tra gli altri obiettivi di Streetartipiu c'è quello di produrre innovazione culturale nel campo dell'arte contemporanea, della moda, del design, della letteratura, della musica e dei nuovi linguaggi espressivi - Tunisia: a Djerba i graffiti invadono il deserto
  • Sul progetto "Tre per sei per l'Arte" il critico Vittorio Rascetti su Monza Today dice: "Il destino dell’opera si delinea nell’offrire alla città il privilegio di concedersi istanti di libera contemplazione oltre qualsiasi funzione o strumentalizzazione" - Roma, apre il nuovo planetario all'ex Dogana di San Lorenzo