Alluvione Livorno, sale a 7 il numero delle vittime: resta un disperso

3' di lettura

Gentiloni: istituzioni collaborino senza polemiche. Galletti apre a stato d'emergenza, serve un centro meteo nazionale. Temporali e allagamenti in Campania e Sicilia

Sale a 7 il bilancio delle vittime dell'alluvione a Livorno. E' stato trovato il corpo della donna dispersa. Si tratta di una 34enne, travolta dall'acqua mentre era col marito; l'uomo si è salvato, è stato trovato nel torrente Ardenza, aggrappato a dei tronchi, a due chilometri dalla loro abitazione che si trova nel rione Collinaia. Sono invece ancora in corso le ricerche di un'altra persona, un uomo di 67 anni che pare vivesse in un alloggio di fortuna in via Sant'Alò. 

Sette vittime

Oltre alla 34enne, nell'alluvione hanno perso la vita altre 6 persone: due, nella zona ai piedi della collina di Montenero, altri 4, quasi una intera famiglia - due soli i superstiti - sono morti nella stessa casa, al piano terra di un palazzo signorile a due passi dal lungomare. Tra questi c'è anche un nonno che, dopo aver messo in salvo la nipotina si è rituffato nell'acqua limacciosa e buia per tentare di trarre in salvo anche il nipotino di quattro anni. Sono morti entrambi e con loro il babbo e la mamma dei piccoli. 

Il ministro dell'Ambiente: serve Centro meteo nazionale

Di fronte allo scontro di queste ore sui livelli d'allerta e sull'emergenza maltempo, arriva un forte richiamo del presidente del Consiglio Gentiloni, che invita "tutte le istituzioni a collaborare senza fare polemiche, mettendo al centro la comunità". Gli fa eco il ministro dell'Ambiente Galletti, per il quale serve un Centro meteo nazionale, che con linee guida rafforzerebbe il sistema. "Non credo che questa sia una emergenza, sarebbe sbagliato chiamarla emergenza...", ha detto Galletti a Livorno, sottolineando che quanto accaduto nella città toscana è il frutto "dei cambiamenti climatici e non solo. Come governo abbiamo stanziato milioni di euro per ripulire i fiumi e i tombini, questi soldi vanno spesi". Il sindaco di Livorno insiste: "Lavoriamo senza sosta, no a sterili polemiche".

Rossi: poteri straordinari

Invoca "poteri straordinari", invece, Enrico Rossi: "Credo siano necessari poteri straordinari affidati alla Regione in questa fase di emergenza, ma anche in quella successiva. Se vogliamo che le opere necessarie alla messa in sicurezza del territorio siano realizzate presto e bene, non possiamo intervenire con i lacci delle procedure ordinarie". 

Maltempo al Sud

Dopo aver messo in ginocchio la Toscana, l'ondata di maltempo si sposta verso sud.


Leggi anche:
  • Firenze, carabiniere accusato di stupro: "Mi sono fatto trascinare"
  • Terremoto, scossa di magnitudo 3.9 nell'Aquilano. Scuole chiuse
  • L’uragano Irma arriva in Florida. Il governatore: "Pregate per noi"
  • Sud Italia colpito dal maltempo: nubifragi dalla Campania alla Sicilia
  • Leggi tutto
    Prossimo articolo