Cambio al vertice Atac, Simioni presidente e amministratore delegato

3' di lettura

Rivoluzionata anche la formula di governance per la municipalizzata dei trasporti romani: arriva un Cda a tre per una gestione collegiale e non più monocratica 

Dopo la lite tra l'ex direttore generale Bruno Rota e il Movimento 5 Stelle e le polemiche seguenti, per l'Atac arriva una rivoluzione ai vertici. L'azienda pubblica del trasporto romano ha un nuovo presidente e ad, Paolo Simioni, mentre arriva una formula rinnovata anche per la governance: verso un Cda a tre.

Paolo Simioni nuovo presidente e ad

Il sindaco di Roma Virginia Raggi ha indicato Paolo Simioni come nuovo presidente e nuovo amministratore delegato dell'Atac. Una decisione accolta positivamente dai parlamentari del M5S che in una nota puntano il dito contro "i partiti che hanno affossato Atac con 1,4 miliardi di euro di debiti in decenni di malagestione" e che "continuano a giocare una squallida partita" che punta "a una privatizzazione inaccettabile". "Pd e destra la finiscano di giocare sulla pelle dei romani", affermano.

Cda a tre

Il Comune di Roma ha poi comunicato l'adozione di "una modifica nella composizione del consiglio di amministrazione dell'Atac. I componenti del Cda saranno tre, optando così per la formula collegiale in luogo di quella attuale monocratica". Nel riassetto Manuel Fantasia non è più l'amministratore unico di Atac, il suo ruolo - sostituito da un Cda a tre - non è più previsto. Duro il commento di Roberto Giachetti, ex candidato sindaco del Pd: Raggi, scrive su Twitter, "risolve disastro" aumentando le poltrone.

 

"Nessun rischio fallimento"

Salendo in Campidoglio, prima dell'annuncio del cambio al vertice, Fantasia ha risposto "No" all'ipotesi di rischio fallimento avanzata da alcuni giornalisti. Fantasia ha anche negato che ci fosse un pericolo per la fornitura di carburante ai mezzi. Alla domanda se si stesse pensando al concordato preventivo invece non ha risposto. Sulla questione carburante anche Q8 ha smentito le notizie apparse sui alcuni mezzi di informazione "concernenti una potenziale e presunta interruzione immediata di carburante" da parte del gruppo ad Atac. Q8 ha fatto sapere in una nota che "ha rifornito e continua a rifornire regolarmente e puntualmente Atac" e che ha ricevuto "rassicurazioni sul regolare prosieguo dei pagamenti delle forniture come finora sempre avvenuto".

Chi è Paolo Simioni

Simioni collaborava già per il Campidoglio con l'assessore Massimo Colomban nel ruolo di coordinatore del gruppo di lavoro sulle società partecipate Ama, Atac e Acea. "Nel corso degli ultimi sedici anni", afferma una nota del Campidoglio, "Simioni, in qualità di amministratore delegato, ha acquisito un'importante esperienza nella gestione di aziende operanti nel settore dei trasporti, in regime di concessione, e in quello della riqualificazione, valorizzazione commerciale di infrastrutture di mobilità e nel mondo retail". La sua esperienza è maturata "all'interno di realtà complesse sia in ambito aeroportuale, in Italia e all'estero (SAVE -Aeroporto di Venezia SpA; Catullo - Verona e Brescia SpA; Aertre - Treviso SpA e BSCA -Bruxelles South Charleroi Airport SA), sia in quello Ferroviario (Centostazioni SpA - Gruppo Ferrovie dello Stato SpA), dove ha affrontato diversi progetti di business - rilancio del business, ottimizzazione della struttura di costo, miglioramento delle attività non-core, start up, turnaround".

Leggi tutto
Prossimo articolo