Asti, truffa e riciclaggio: in carcere commercialista

Piemonte
©Ansa

Il commercialista è accusato inoltre di avere dilapidato somme pari a quasi 659mila euro tramite prelievi in contanti dai conti correnti aziendali e ingiustificati pagamenti

Ad Asti la guardia di finanza ha arrestato un noto commercialista. Rappresentante legale di due società, al fine di ottenere indebiti contributi per il Covid-19, per un totale di circa 18mila euro, ingannava l'Agenzia delle Entrate comunicando, per gli anni d'imposta 2019 e 2020, un volume d'affari fittizio, calcolato sulla base di fatture inesistenti per comprovare il calo di un terzo del fatturato.

L'inchiesta

Il commercialista, già finito nell'inchiesta Barbarossa, nella carica di liquidatore di due società astigiane dichiarate fallite nel 2020 dal Tribunale di Asti, è accusato inoltre di avere dilapidato somme pari a quasi 659mila euro tramite prelievi in contanti dai conti correnti aziendali e ingiustificati pagamenti. Nei confronti del professionista, le Fiamme Gialle hanno effettuato sequestri per oltre 700mila.

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24