Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Coronavirus Piemonte, si aggrava il bilancio dei morti. Oltre 6mila i contagi. Diretta

20' di lettura

Sono 46 i decessi comunicati questa mattina dall'Unità di Crisi della Regione, che portano il totale delle vittime dall'inizio dell'emergenza a 449. A Sky TG24 il governtore Cirio ha riferito che i posti in terapia intensiva in Regione sono stati quasi raddoppiati

Sono ancora in aumento i decessi di persone con coronavirus in Piemonte. Ben 46 quelli comunicati questa mattina dall'Unità di Crisi della Regione, e altri 34 nel pomeriggio, che portano il totale delle vittime dall'inizio dell'emergenza a 483. Il maggior numero nell'area metropolitana di Torino, 134. Sono 6.193 i contagi. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 382. A Sky TG24 il governtore Cirio ha riferito che i posti in terapia intensiva in Regione sono stati quasi raddoppiati. (LA DIRETTA)
Piero Chiambretti ha pubblicato su Instagram una poesia della madre Felicita. La donna, risultata positiva al coronavirus, è deceduta sabato scorso. Il conduttore è ricoverato anche lui all'ospedale Mauriziano. Positivi anche tre i dipendenti del Comune di Torino.

19:30 - In Piemonte 483 decessi, 80 quest'oggi

L''Unità di crisi regionale ha reso noti altri 34 decessi di persone positive in Piemonte, che si aggiungono ai 46 di questa mattina portando a 483 il totale delle vittime dall'inizio in Piemonte, mentre ci sono altri 7 nuovi guariti: si tratta tre residenti in provincia di Torino, tra cui un bambino di 3 anni, di un uomo e una donna dell'Alessandrino, di una donna del Cuneese e di un uomo proveniente da fuori regione. Il totale dei guariti in Piemonte sale così a 26. I contagi sono invece 6.193 e 3.041 i ricoverati, di cui 382 in terapia intensiva. Sono 2.643 le persone in isolamento domiciliare. I tamponi diagnostici finora eseguiti sono 17.509, di cui 10.404 risultati negativi.

19:10 - Torino, servizio metro ridotto da venerdì

Gtt, l'azienda del trasporto pubblico locale, rivede il servizio della metropolitana alla luce del calo dei passeggeri per l'emergenza coronavirus. Nelle ore di punta i treni passeranno dagli attuali 12 a 10, con un intervallo di transito che passa da 4 minuti e 24 secondi a 5 minuti e 16 secondi. Gtt ha inoltre disposto di uniformare l'orario di chiusura nelle giornate di venerdì e sabato al resto della settimana, ossia a mezzanotte e mezza invece che all'1.30, mentre quello della domenica passa dall'una a mezzanotte e mezza. Resta invariato l'orario del lunedì, dalle 5.30 alle ore 22. La metropolitana è stata la più colpita dal calo di passeggeri che la scorsa settimana sono stati 76.927 contro il dato medio invernale di 884 mila validazioni.

19:02 - Edisu mette a disposizione 25 posti letto per ospedale Novara

Sono 25 i posti letto che Edisu, l'ente universitario per il diritto allo studio, ha messo a disposizione di medici e infermieri che operano all'ospedale di Novara e che hanno l'esigenza di trovare un ricovero non volendo tornare nelle proprie abitazioni per non mettere a rischio i familiari. L'accordo è stato firmato oggi tra Comune di Novara ed Edisu e riguarda alloggi assegnati a suo tempo a studenti che, con l'ateneo chiuso, non ne hanno più necessità.

18:49 - Torino, consiglio comunale in videoconferenza

Il Consiglio comunale di Torino torna a riunirsi, ma in videoconferenza. La seduta è in programma lunedì 30 marzo e, come di consueto, la Conferenza dei Capigruppo di venerdì definirà l'ordine del giorno dei lavori. L'ultima seduta in Sala Rossa si era svolta il 9 marzo ed era stata dedicata solo alla trattazione delle interpellanze, che non prevedono la presenza di tutti i consiglieri in aula, ma solo dei presentatori e degli assessori competenti. La storica sala, infatti, non era idonea a consentire lo svolgimento dell'assise al completo garantendo il rispetto delle distanze di sicurezza. L'assemblea di Palazzo Civico riprenderà ora i suoi lavori, in base alle nuove disposizioni, in modo virtuale, con consiglieri e assessori collegati per via telematica, così come sta già avvenendo per le Commissioni consiliari.  

18:44 - In Piemonte task force per autocertificazione mascherine

Nasce in Piemonte una task force - costituita da Regione, Politecnico, Università di Torino e Università del Piemonte Orientale - per l'autocertificazione di mascherine chirurgiche, Ffp2/3 e camici idrorepellenti. Lo ha annunciato il presidente della Regione, Alberto Cirio, in una videoconferenza dall'unità di crisi con gli assessori Matteo Marnati e Luigi Icardi e con i rettori Guido Saracco, Stefano Geuna e Giancarlo Avanzi. Fanno parte della task force 18 docenti. L'obiettivo è validare entro una settimana al massimo i dispositivi di protezione individuale prodotti da aziende, come la Miroglio. In particolare, le mascherine chirurgiche dovranno essere prodotte da imprese che abbiano un sistema di gestione della qualità, per poter corrispondere alla deroga al marchio secondo le indicazioni del ministero della Salute. Una trentina di aziende hanno già proposto la propria candidatura.

18:25 – Annullato il salone del libro del Verbano-Cucio-Ossola

Annullato il salone del libro del Verbano-Cusio-Ossola. L'Associazione Libriamoci Editori e Librai ha deciso di annullare ''La Fabbrica di Carta'', l’evento per autori ed editori della provincia. La 23esima edizione si sarebbe dovuta svolgere dal 24 aprile al 3 maggio al Centro culturale ''La Fabbrica'' di Villadossola.

17:52 – Cirio: 2 milioni di mascherine dal Brasile

Sono arrivate a Grugliasco 2 milioni di mascherine di tipo chirurgico dal Brasile attraverso Israele. Altre 350mila sono in arrivo dalla Cina. Lo ha reso noto il governatore Alberto Ciri, durante la conferenza stampa virtuale. La Regione Piemonte, ha aggiunto l'assessore alla Sanità Luigi Icardi, ha annunciato che arriverà un altro milione di mascherine da un'altra Nazione. Atteso anche altro materiale.

17:49 – Cuneo, stop visite ai pazienti in ospedale

"Stop alle visite ai pazienti ricoverati all'ospedale Santa Croce e Carle". La decisione è stata presa oggi dall'unità di crisi del principale ospedale della provincia di Cuneo. "Massima prevenzione contro il Covid19 - si legge in una nota dell'ospedale - significa, tra l'altro, richiedere un sacrificio anche ai parenti di chi è ricoverato in ospedale. Il blocco delle visite dall'esterno è previsto con la sola eccezione di specifici casi riferiti a pazienti con situazioni particolari che rendano indispensabile la visita. In tali casi sarà il direttore della struttura di ricovero ad autorizzarla". Due primari dell'ospedale cuneese, intanto, hanno scelto di rientrare dalla pensione per aiutare nell'emergenza: sono Marco Merlano dell'Oncologia (era in pensione da fine gennaio, rientrerà nei prossimi giorni perché nel reparto il 30% dei medici è a casa dopo il tampone positivo) e Paolo Noceti di Pneumologia (sarebbe andato in pensione ad aprile e resterà almeno fino a fine anno).

17:23 – Morte due anziani in casa di riposo a Garessio

Due ospiti della residenza per anziani 'Fondazione Opera Pia Garelli di Garessio (Cuneo) sono morte. Si tratta di due donne di 88 e di 96 anni. La più anziana era positiva al coronavirus, come altri diciassette anziani e sette dipendenti. La struttura ospita in tutto una ottantina di anziani e 35 dipendenti. Preoccupa anche la situazione della Casa di Riposo 'Don Rossi' di Villanova Mondovì (Cuneo), dove è deceduta una anziana ospite di 95 anni, positiva al Covid-19. Anche altri ospiti, così come alcuni dipendenti, accusano sintomi riconducibili al coronavirus.

16:46 – Marene, altre 2 vittime e 25 positivi

Si aggrava il bilancio dell'epidemia di coronavirus a Marene, Comune di 3.300 abitanti della pianura cuneese. Nelle ultime ore sono due gli uomini (entrambi ultrasettantenni) deceduti in ospedale in seguito alla positività al Covid-19. Il bilancio delle vittime sale così a quattro. I contagi riscontrati in paese sono complessivamente 25 dall'inizio dell'emergenza: ne fanno il paese della provincia con il maggior numero di casi in percentuale alla popolazione.

16:41 - 500 denunciati ad Alessandria, chiusa pizzeria

Ad Alessandria è stata chiusa una pizzeria che, violando decreti e ordinanze, aveva mantenuto l'attività di ristorazione con apertura al pubblico. Denunciati i titolari. Il provvedimento fa parte dei controlli che, tra il 18 e il 24 marzo, hanno riguardato 7.632 persone, delle quali 501 sono state denunciate per violazione delle norme anti-contagio, 16 per false dichiarazioni sull'identità e 19 per altri reati. Gli esercizi commerciali controllati nella settimana 4.912.

16:26 - Comune di Biella informa cittadini con newsletter

Parte da oggi una newsletter del Comune di Biella sul tema emergenza Coronavirus. L'amministrazione intende così informare e aggiornare media e cittadinanza. Tra gli argomenti affrontati le ordinanze, le donazioni e tutte le informazioni di servizio sulla vita quotidiana e l'assistenza alla popolazione.  

16:07 - Dai musei del Piemonte iniziativa per i bambini a tema Star Wars

Il Museo del Cinema di Torino ha aderito all'iniziativa "Disegniamo l'arte da casa" invitando i bambini a colorare e reinterpretare le maschere e gli storyboard di Star Wars. Fino al 29 marzo sarà scaricabile dal sito di Abbonamento Musei una raccolta di immagini dei musei di Torino e del Piemonte, dai quali i piccoli artisti potranno trarre ispirazione e, nel frattempo, fare conoscenza con le collezioni esposte. "Potrete sfogare la vostra creatività - dicono i promotori - copiando, interpretando, reinterpretando: vale tutto". I disegni poi vanno postati entro domenica 29 marzo su Facebook taggando Abbonamento Musei e usando gli hashtag #disegniamolarte #pigna #iorestoacasa #creoilmiomuseo. I disegni saranno raccolti in una gallery di Abbonamento Musei: in palio per i due disegni che si aggiudicheranno il maggior numero di like, un set da disegno firmato Pigna, sponsor tecnico del progetto. Il Museo del Cinema dedicherà ai disegni su STAR WARS una speciale Gallery sulla sua pagina Facebook. 

15.00 - Cirio: "Raddoppiati posti in terapia intensiva"

È guarito ed è tornato al lavoro Alberto Cirio, governatore della Regione Piemonte, dopo quindici giorni di quarantena in quanto risultato positivo al coronavirus. Ai microfoni di Sky TG24, tra le altre cose, ha fatto il punto per quanto riguarda i posti letto, con particolare riguardo a quelli di terapia intensiva, dicendosi "soddisfatto" in quanto la Regione, che conta quasi 380 ricoverati in terapia intensiva, "aveva 287 posti di terapia intensiva prima della crisi, quindi un mese e mezzo fa, e adesso ne abbiamo già attivati quasi 500, cioè abbiamo quasi raddoppiato la forza della terapia intensiva del Piemonte e stiamo facendo ogni giorno sforzi ulteriori. In Piemonte vogliamo curare tutti e cureremo tutti". 

14:05 - Regione Piemonte, nuovo bando per reclutamento infermieri

Nuovo bando pubblico della Regione Piemonte per il reclutamento di infermieri a tempo determinato. Le domande potranno essere inoltrate fino alle 23:59:59 di sabato 28 marzo. 

13:33 - Il bilancio del Piemonte si aggrava, 449 i morti

Sono ancora in aumento i decessi di persone con coronavirus in Piemonte. Ben 46 quelli comunicati questa mattina dall'Unità di Crisi della Regione, che portano il totale delle vittime dall'inizio dell'emergenza a 449. Il maggior numero nell'area metropolitana di Torino, 134, che si è aggiudicata il triste primato su Alessandria (112), l'altra provincia piemontese tra le più colpite. Il 72% dei morti sono uomini, il 28% sono donne. L'età media è di 78 anni. Superano quota 6 mila i contagi, in tutto sono 6.024. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 381. I tamponi diagnostici finora eseguiti sono 16.655, di cui 10.150 risultati negativi.

13:33 - L'appello del sindaco di Acqui Terme: "Dateci maschere snorkelling"

"Sperimenteremo nei prossimi giorni la realizzazione di una maschera ospedaliera. Per farlo abbiamo bisogno di ricevere maschere da snorkeling. In alcune città il modello Easybreath (Decathlon) è stato smontato e dotato di una valvola realizzata con la stampante 3D per il raccordo al respiratore ed è diventato un vero e proprio ventilatore utile per tutti i reparti degli ospedali". Lo spiega il sindaco di Acqui Terme, Lorenzo Lucchini, specificando che il dispositivo "è già stato testato con successo agli ospedali Civili di Brescia e di Chiari diventando uno strumento utile nella prima accoglienza al pronto soccorso e per una terapia sub-intensiva d'urgenza". Chiunque abbia a disposizione le maschere, o voglia donarle può scrivere o telefonare alla protezione civile.

13:05 La Regione Piemonte conferma il bonus pendolari

In Piemonte è confermato il bonus pendolari, ma le scadenze per la presentazione delle richieste sono rinviate per gli abbonamenti regionali annuali e mensili. "Le risorse - spiega l'assessore ai Trasporti, Marco Gabusi - ci sono e sono già impegnate. Poniamo piena attenzione al tema affinché i diritti vengano mantenuti". I bonus saranno infatti rimodulati alla luce delle variazioni del servizio dovute al Coronavirus.
Confermato il bonus per gli abbonamenti ferroviari regionali annuali, con una dilatazione dei termini di richiesta al 31 maggio. Il rimborso, previsto una tantum, va richiesto in biglietteria, motivo per cui è slittata la scadenza. "In accordo con Trenitalia - rimarca Gabusi - abbiamo fissato la scadenza al 31 maggio, ipotizzando per tale data la ripresa delle normali attività. Se malauguratamente ciò non dovesse avvenire, la data sarà riconsiderata".
Rimandato anche il bonus previsto sotto formula di sconto per gli abbonamenti mensili di marzo, aprile e maggio, che in questo periodo non vengono acquistati. "Per questi abbonamenti - precisa Gabusi - attendiamo le misure che verranno prese a livello nazionale. Anche questo bonus potrà essere recuperato non appena avremo indicazioni sui tempi". Per gli abbonamenti di marzo che non vengono completamente usati, la Regione è in attesa delle decisioni nazionali.

12:27 – La situazione nei mercati di Torino dopo la riapertura

Sono stati riaperti questa mattina 24 mercati rionali di Torino, su un totale di circa 40, dove è stato possibili organizzare la completa recinzione e i varchi di ingresso e di uscita diversificati e presidiati da volontari e Polizia locale. In tutti è consentita solo la vendita di generi alimentari. Il flusso dei clienti è costantemente regolato all'entrata: le persone in attesa sono tenute a tenere una distanza di almeno un metro l'una dall'altra. Il mercato con il maggiore numero di clienti ammessi, sommando le due parti di cui è formato, divise da un'ampia via e da impianti semaforici, è quello di Santa Rita, dove è ammesso un massimo di 124 clienti. I banchi, distanziati e dotati di transenne, e bancali per tenere le distanze, sono stati sistemati su un solo lato. Ammessi due clienti alla volta. Nel quartiere la riapertura del mercato ha ridotto le code ai supermercati. Tra i mercati che non hanno ancora riaperto due tra i più grandi, lo storico di Porta Palazzo e il più lungo, in corso Racconigi.

12:20 - Positivi tre dipendenti del Comune di Torino

Sono tre i dipendenti del Comune di Torino positivi al Coronavirus. Tra questi c'è un vigile urbano, che però non era in servizio da quasi due settimane. Lo ha reso noto il dirigente del Personale, Giuseppe Ferrari, nel corso di una commissione consiliare dedicata alle procedure messe in atto per la tutela del personale. La Città di Torino ha preso i primi provvedimenti a partire dal 20 febbraio, istituendo anche una cabina di regia settimanale con i sindacati. Quanto ai dispositivi di protezione individuale, Ferrari ha precisato che "attualmente non abbiamo problemi di mascherine, guanti o liquido sanificante". Degli 8.642 dipendenti comunali sono 1.385 quelli fisicamente presenti negli uffici, 2.695 in smart working, 808 in malattia, non legata al Covid-19, 691 in ferie e 3.063 non presenti per altri motivi, come congedi o sospensione dei servizi.

12:10 - Test rapido Diasorin debutta a Vercelli

L'ospedale di Vercelli ha in dotazione da oggi il tampone DiaSorin, per individuare in modo rapido il contagio da coronavirus. Lo annuncia il senior vice president Industrial operations dell'azienda, Ugo Gay. "Siamo lieti di comunicare che da oggi l'ospedale Sant'Andrea è tra i pochi al mondo - afferma - ad avere in dotazione l'innovativo test molecolare che consente di ridurre i tempi di identificazione del covid-19 dalle 6-7 ore abituali a 1 ora. Un passo avanti senza precedenti nella lotta al virus". "Sono estremamente grato al gruppo DiaSorin di Saluggia", commenta il presidente della provincia di Vercelli, Eraldo Botta. "Quando lo scorso 12 marzo abbiamo organizzato l'incontro tra la multinazionale e l'assessore regionale alla Sanità, speravamo che questa tecnologia potesse essere messa a disposizione anche nel nostro territorio, oltre che dei centri di riferimento del Piemonte. Questo esito non era per nulla scontato". Averlo a Vercelli, prosegue il presidente Botta, "è un privilegio e non possiamo che ringraziare tutta l'azienda per l'attenzione che ci ha riservato".

11:56 - L'ospedale Maria Pia diventa Covid Hospital

Il Maria Pia Hospital, ospedale di alta specialità di Gvm Care & research con sede a Torino, diventa un Covid Hospital. La struttura ha siglato un accordo di collaborazione con l'Asl e mette a disposizione, da subito, 54 posti letto, di cui 14 di terapia Intensiva e sub-intensiva. "Siamo attrezzati per questo grande impegno - afferma Gianni Belletti, amministratore delegato di Maria Pia Hospital - e vogliamo dare responsabilmente e concretamente il nostro contributo per rispondere con un'azione sinergica alle richieste dell'Asl e della Regione e alle esigenze dei cittadini di Torino e di tutto il Piemonte. Siamo al fianco degli Ospedali Pubblici nell'assistenza ai pazienti affetti da Covid-19 e, per aiutare a sconfiggere questa emergenza nazionale, GVM Care & Research, il Gruppo di cui Maria Pia Hospital fa parte, è già attivo in altre 9 regioni italiane".

11:55 – Il Teatro Stabile di Torino annulla gli spettacoli

Il Teatro Stabile di Torino ha annullato o sospeso gli spettacoli in programma per "l'incertezza sulla effettiva data di riapertura dei teatri a causa della pandemia Covid-19". La Compagnia Orsini, d'intesa con il Teatro Stabile, ha annullato le repliche de Il Costruttore Solness da Henrik Ibsen, regia Alessandro Serra, con Umberto Orsini in programma al Teatro Carignano il 4 e il 5 aprile. Sempre al Carignano sono sospese le recite per le famiglie de Il mago di Oz di Lyman Frank Baum, regia Silvio Peroni previste sabato 4 e domenica 5 aprile 2020. Al Teatro Gobetti sono state cancellate tutte le repliche de La casa di Bernarda Alba di Federico García Lorca, regia Leonardo Lidi, prodotto dal Teatro Stabile. Lo spettacolo verrà ripreso nella nuova stagione.

11:52 - Chiambretti ricorda la mamma con una sua poesia

"Catturata dall'enigma non ho certezze di chi sia io veramente, nella camera oscura intravvedo fiocchi di neve continuando il gioco di buio", è la poesia della mamma Felicita che Piero Chiambretti ha pubblicato su Instagram. La donna, poetessa, 83 anni, è deceduta sabato sera a Torino in ospedale dove era risultata positiva al Coronavirus. La poesia appare in alto, prima del necrologio. "È mancata all'affetto dei suoi cari Felicita Chiambretti. Poetessa. profondamente addolorati lo annunciano il figlio Piero, la sorella Adriana, il nipote Eugenio, l'adorata Margherita e i parenti tutti. La cerimonia funebre, in osservanza alle vigenti disposizioni, si terrà in forma strettamente privata". Il conduttore, che era molto legato alla mamma, è ricoverato anche lui al Mauriziano.

11:51 - Rincari fino al 200%, denunciato titolare di un supermarket

Rincari fino al 200% in un supermercato del Canavese sull'onda dell'emergenza Coronavirus, questa la scoperta fatta dalla guardia di finanza, che ha denunciato il titolare alla procura di Ivrea per "manovre speculative su merci". I militari della tenenza di Lanzo Torinese hanno verificato che i prodotti in questione erano considerati "in offerta" dal circuito del punto vendita, ma che i prezzi, rispetto a quanto previsto dai marchi nazionali di riferimento, erano raddoppiati: da beni essenziali come il pane e l'olio alla colomba pasquale, che da poco più di 3 euro era passata a 7 euro. Il responsabile, inoltre, continuava a mettere in vendita anche tipologie di merci di cui attualmente è vietata la commercializzazione perché non considerate di prima necessità. L'esercente è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Ivrea per "Manovre speculative su merci"; rischia sino a tre anni di reclusione e sanzioni per 25.000 euro. I Finanzieri, al fine di assicurare agli abitanti della zona l'indispensabile approvvigionamento dei prodotti di prima necessità, hanno anche richiesto alla Procura della Repubblica l'autorizzazione per evitare il sequestro delle merci, prevista dalla normativa in casi come questo.

10:52 - A Torino 5 nuove ambulanze con Fondazione Crt

Grazie al contributo straordinario di Fondazione CRT, cinque nuove ambulanze completamente attrezzate saranno destinate alla provincia di Torino per fronteggiare l'emergenza sanitaria Coronavirus. Le ambulanze, che andranno ad affiancare e, man mano, a sostituire quelle che presto potrebbero risultare logorate, sono state richieste dalla Croce Verde Torino, Croce Verde Pinerolo, Croce Verde Rivoli, Croce Rossa Italiana Torino e Croce Rossa Italiana Ivrea. Al territorio del torinese saranno inoltre destinati mezzi per la Protezione civile, materiali urgenti e attrezzature per gli ospedali. "Questo primo pacchetto di aiuti concreti della Fondazione Crt, dichiarano il presidente Giovanni Quaglia e il segretario generale Massimo Lapucci - è frutto dell'ascolto e della condivisione con la Regione Piemonte, l'unità di Crisi della Protezione civile, il mondo del volontariato organizzato, con cui abbiamo unito le forze per affrontare la più grave crisi sanitaria di questo millennio". 

8:43 – Torino, riaprono 24 mercati ma con ingressi limitati

In più della metà dei mercati rionali di Torino l'attività di vendita dei generi alimentari ritorna da oggi, dopo due giorni di stop forzato per l'ordinanza della Città che ne aveva disposto la chiusura, domenica sera, per creare le condizioni di sicurezza imposte dal Decreto firmato dal premier Giuseppe Conte e dall'ordinanza della Regione Piemonte. Le 24 aree mercatali riaperte saranno recintate e controllate dalla Polizia locale, l'accesso sarà regolato per non andare oltre il numero massimo di clienti all'interno dell'area, stabilito in base al numero dei banchi presenti si va dai 124 del mercato a Santa Rita, 120 in corso Brunelleschi e in piazza Foroni, agli 8 in corso Taranto, 12 in via San Secondo, i più piccoli.

8:07 - Positivi sette ospiti della casa di riposo do Bosconero

Sette ospiti della casa di riposo di Bosconero (Torino) sono risultati positivi al coronavirus. La situazione è molto delicata come conferma il sindaco del paese, Paola Forneris, sia per gli anziani della struttura che per il personale. "Appena sono arrivate le comunicazioni relative ai casi positivi si sono avviate operazioni di controllo attraverso il Servizio di Igiene e Sanità pubblica e la Dirigenza dell'unità di crisi - spiega il primo cittadino - Con le figure sanitarie di questi due enti siamo in costante contatto per monitorare la situazione: sono già stati eseguiti dei tamponi e ne sono in corso altri". Positivo e ricoverato in ospedale anche il parroco del paese, don Pierfranco Chiadò.

7:45 - Acqui Terme, in coda per la pensione con il presidio di volontari

Dal 26 marzo molti cittadini dovranno recarsi a ritirare la propria pensione. In accordo con la direzione provinciale delle Poste Italiane e con la Protezione Civile, il Comune di Acqui Terme ha predisposto un presidio di volontari per garantire il rispetto delle distanze tra le persone in coda e rilevare la temperatura degli utenti all'ingresso. "Si tratta - spiega il sindaco Lorenzo Lucchini - di una misura precauzionale per garantire maggiore sicurezza". Palazzo Levi ha impegnato circa 40mila euro della raccolta fondi dedicata all'ospedale 'Monsignor Galliano' per l'acquisto di dispositivi sanitari effettuando un ordine di circa 10mila mascherine e prenotati camici, calzari, cuffie. Ordinati inoltre numerosi caschi per la respirazione assistita per la terapia intensiva, già installati 3 monitor. I pazienti ricoverati attualmente per Covid-19 sono 32, di cui una parte proveniente da altre strutture ospedaliere.

Data ultima modifica 25 marzo 2020 ore 19:46

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"