Le mostre a Torino aperte nel weekend del 7-8 marzo

Piemonte

Dopo lo stop forzato a causa del Coronavirus riaprono i musei in Piemonte. L'ingresso ai Giardini della Reggia sarà gratuito fino al 29 marzo

Perché è importante rispettare il distanziamento sociale 

 

Per celebrare la Sartoria Annamode, eccellenza torinese del Made in Italy dagli anni Cinquanta a oggi nella realizzazione di abiti per il cinema, il Museo Nazionale del Cinema inaugura la mostra “Cinemaddosso, i costumi di Annamode da Cinecittà a Hollywood”, a cura di Elisabetta Bruscolini. In mostra 100 costumi per 40 film, in un percorso dove ogni abito è esposto come un'opera d'arte e corredato da brani di film, citazioni, e pannelli touch.

Mostre ed eventi che inaugurano questa settimana

Apertura gratuita dei Giardini della Reggia di Venaria

Da martedì 3 marzo l'ingresso ai Giardini della Reggia sarà gratuito fino al 29 marzo. Un'occasione per scoprire i vasti Giardini: uno stretto connubio tra antico e moderno, un dialogo virtuoso tra insediamenti archeologici e opere contemporanee, un inno alla natura e al paesaggio. Dopo il 29 marzo l'apertura dei Giadini sarà gratuita ogni prima domenica del mese (minorenni solo se accompagnati).

La mostra itinerante 'PapiroTour' alla Biblioteca civica Villa Amoretti

Dal 5 al 28 marzo la Biblioteca civica Villa Amoretti ospita l'ultima tappa della mostra itinerante legata all'iniziativa 'PapiroTour. L'antico Egitto in Biblioteca'. Avviato ad aprile 2019 e promosso in collaborazione con le Biblioteche civiche torinesi, PapiroTour celebra il 150esimo anniversario dell'istituzione del Servizio Biblioteche. Con questo progetto inclusivo, il Museo Egizio ha inteso rinforzare il legame con il territorio raggiungendo i quartieri più distanti dal centro, dove mese dopo mese è allestita nelle biblioteche un'area espositiva sul tema del papiro e della scrittura egizia e sono organizzate delle attività divulgative. Parallelamente all'esposizione, mercoledì 25 marzo alle 15.30, presso la stessa biblioteca si terrà l'incontro "Gli ostraka erano solo la brutta copia dei papiri?" con Alessia Fassone, curatrice del Museo Egizio.

Mostre ed eventi in corso a Torino a marzo 2020

“Memoria e Passione. Da Capa a Ghirri” a Camera

La storia d'Italia dagli anni Trenta fino alla fine del secolo scorso in 300 scatti di grandi fotografi, la maggior parte mai esposti prima d'ora. C'è il racconto del nostro passato, ma anche l'evoluzione della fotografia italiana e internazionale nella grande mostra “Memoria e Passione. Da Capa a Ghirri”, curata da Walter Guadagnini, dal 20 febbraio al 10 maggio a Camera - Centro Italiano per la Fotografia. Le 300 immagini, selezionate tra le oltre duemila che compongono la Collezione Bertero, raccolta unica in Italia per originalità dell'impostazione e qualità delle fotografie, sono state realizzate da circa 50 autori provenienti da tutto il mondo, tra i quali spiccano i nomi di Bruno Barbey, Robert Capa, Henri Cartier-Bresson, Carlo Cerati, Franco Fontana, Luigi Ghirri, Mario De Biasi, Mario Giacomelli, Ugo Mulas, Federico Patellani, Ferdinando Scianna e Michele Zaza. In mostra ci sono veri capolavori come La strada per Palermo di Robert Capa (1943), American girl in Italy, Firenze di Ruth Orkin (1951) e il reportage dedicato all'Italia da Henri Cartier-Bresson.

Cinemaddosso al Museo Nazionale del Cinema

Per celebrare la Sartoria Annamode, eccellenza torinese del Made in Italy dagli anni Cinquanta a oggi nella realizzazione di abiti per il cinema, il Museo Nazionale del Cinema inaugura la mostra “Cinemaddosso, i costumi di Annamode da Cinecittà a Hollywood”, a cura di Elisabetta Bruscolini. In mostra 100 costumi per 40 film, in un percorso dove ogni abito è esposto come un'opera d'arte e corredato da brani di film, citazioni, e pannelli touch. Lungo i 280 metri della rampa della Mole scorreranno 70 anni dell'avvincente storia imprenditoriale al femminile delle sorelle Anna e Teresa Allegri, che hanno reso celebre la Annamode nel mondo. L'esposizione, visitabile fino al 15 giugno, presenta i costumi di film come da Guerra e Pace di King Vidor (1956), Matrimonio all'italiana di Vittorio De Sica (1964), fino a Marie Antoinette di Sofia Coppola (2006).

“Biblioteca di Mario Lattes” al Polo del ‘900

È aperta da venerdì 14 febbraio, al Polo del ‘900, la mostra “Biblioteca di Mario Lattes. Illustrazioni per l’antologia scolastica”, curata da Francesco Poli e organizzata dalla Fondazione Bottari Lattes, in collaborazione con Lattes & C. Editori. Sono tavole, la maggior parte mai esposte prima, che il pittore e scrittore aveva creato per illustrare l'antologia scolastica letteraria per le scuole medie, edita dalla sua casa editrice. Illustrano argomenti e testi della narrativa classica: da Alice nel paese delle meraviglie di Lewis Carroll all'Infinito di Giacomo Leopardi, Le avventure di Tom Sawyer di Mark Twain e Rosso Malpelo di Giovanni Verga fino Alla ricerca del tempo perduto di Marcel Proust, passando per Le smanie della villeggiatura di Carlo Goldoni e i libri di Primo Levi. Per i tre volumi di Biblioteca, scritti da Rosanna Bissaca e Maria Paolella, Lattes ha prodotto oltre cinquecento disegni, acquerelli e tecniche miste su tutti gli argomenti del programma scolastico, dalla poesia all'epica, dalla fiaba ai romanzi. La mostra sarà visitabile fino al 15 marzo.

“Augusto Cantamessa. Atmosfere piemontesi” a Palazzo Lascaris

Ripercorrono oltre mezzo secolo di storia del Piemonte le immagini della mostra “Augusto Cantamessa. Atmosfere piemontese". Inaugurata in Consiglio regionale, nell'ambito delle celebrazioni per il 50esimo anniversario dell'istituzione della Regione Piemonte, è realizzata dal Consiglio regionale del Piemonte con l'associazione culturale In Arte e in collaborazione con l'Archivio Augusto Cantamessa. La mostra rimarrà aperta al pubblico fino al 10 aprile.

Torino città del cinema 2020

Nel 2020, in occasione del ventesimo anniversario dell’apertura del Museo Nazionale del Cinema alla Mole Antonelliana e della nascita di Film Commission Torino Piemonte, il capoluogo piemontese diventa ‘Città del Cinema’ (IL PROGRAMMA). Un legame a doppio filo, un’attrazione corrisposta quella tra Torino e il cinema che affonda le radici nel passato e ha concretezza nel presente, capace di rendersi costantemente protagonista della vita culturale cittadina. Un’unione che si manifesta da un lato nel connubio tra la Mole Antonelliana – simbolo e icona della città – e il Museo Nazionale del Cinema lì ospitato e, dall’altro, nei numerosissimi film che in questi anni hanno portato Torino sul grande schermo mostrandone bellezza e potenzialità. Un panorama che mette in luce una varietà di enti, associazioni, istituti e laboratori che contraddistingue Torino come eccellenza nel panorama nazionale e internazionale.

Mostre da non perdere nel resto del Piemonte

“Limone loves Andy Warhol” a Limone Piemonte

Sono oltre 80 le opere di Andy Warhol che limonesi e turisti possono ammirare fino al 15 marzo 2020 a Limone Piemonte. Il Grand Palais Excelsior ospiterà per tre mesi la mostra 'Limone loves Andy Warhol', una rassegna dei più celebri lavori dell'artista americano risalenti agli anni '60, '70 e '80, tra cui gli iconici ritratti serigrafici di Marilyn Monroe, Mao Tse-tung e Mick Jagger. Una vera e propria immersione nella Pop Art. La mostra, patrocinata dalla Regione Piemonte e dal Comune di Limone Piemonte, è curata dalle Associazioni culturali 'Ego Bianchi' di Cuneo e 'L'Onda' di Savigliano, in collaborazione con una serie di sponsor che hanno permesso la realizzazione dell'evento.

Eventi per bambini

“Archeologia Invisibile” al Museo Egizio

Prorogata fino al 7 giugno Archeologia Invisibile, la mostra con cui il Museo Egizio svela al pubblico, soprattutto ai più giovani, le tecniche dello studio degli oggetti giunti a noi dal passato. La proroga per l'intero anno scolastico non è l'unica novità: con il nuovo virtual tour in 3D, l'esposizione diventa fruibile anche in remoto.

"Tante teste, tanti cervelli” a Palazzo Barolo

Settanta libri animati, illustrati, abbecedari e giochi in prevalenza ottocenteschi e del primo Novecento costituiscono l'affascinante percorso della mostra: "Tante teste tanti cervelli. Lanterna magica delle facce umane", inaugurata il 3 dicembre al Museo della Scuola e del Libro per l'Infanzia, a Palazzo Barolo. L'esposizione è curata da Pompeo Vagliani. Il materiale esposto proviene dall'archivio e dalla biblioteca della Fondazione Tancredi di Barolo. Il focus specifico riguarda il tema delle metamorfosi del volto e si collega alla mostra #FacceEmozioni. 1500-2020: dalla fisiognomica agli emoji, in corso al Museo Nazionale del Cinema. La mostra rimarrà aperta fino all'estate del 2020 per poi confluire nel percorso stabile del Museo dedicato ai libri animati.

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.