Botti di Capodanno, due ragazzini feriti nel Torinese: rischiano di perdere alcune dita

Piemonte

È accaduto a Nole. I due, di 10 e 12 anni, cercavano di far esplodere dei petardi inesplosi: stati portati all'ospedale Cto, a Torino, per essere sottoporsi a intervento chirurgico. Sull’accaduto indagano i carabinieri. Feriti anche nel Verbano e a Vercelli 

Due ragazzini, di 10 e 12 anni, sono rimasti feriti oggi a Nole, nel Torinese, mentre cercavano di accendere due petardi inesplosi. A differenza di quanto riportato in precedenza dalle agenzie di stampa, nessuno dei due ha perso una mano, ma entrambi hanno riportato gravi lesioni ad alcune dita, a rischio amputazione. I due sono stati portati all'ospedale Cto, a Torino, per essere sottoporsi a un intervento chirurgico. I carabinieri stanno cercando di ricostruire la dinamica dell’accaduto.

Un ferito nel Verbano

Ieri sera, a Santa Maria Maggiore, nel Verbano, anche un giovane di 28 anni è rimasto gravemente ferito ad una mano, in particolare a tre dita, sempre a causa dello scoppio un petardo durante la notte di San Silvestro. Il 28enne è ricoverato all'ospedale San Biagio di Domodossola.

Mano lesionata per un 45enne a Vercelli

Lesione alla mano anche per un 45enne, ricoverato all'ospedale Sant'Andrea, a Vercelli. L'uomo, a quanto si apprende, dovrà essere operato. In nottata, al pronto soccorso dello stesso ospedale si è recata anche un’altra persone, con ferite però di lieve entità.
Su tutto il territorio comunale di Vercelli era in vigore la notte scorsa un'ordinanza del sindaco che vietava lo scoppio dei petardi, ma il provvedimento è passato inosservato in molti quartieri della città.

Torino: I più letti