Torino, cadaveri nel Po: le autorità delle Bahamas seguono le indagini

Piemonte
Ritrovamento dei corpi nel Po a Torino (ANSA)

Gli investigatori hanno acquisito i filmati delle telecamere di sorveglianza delle zone dove sono stati recuperati i corpi dei due amici e dei mezzi pubblici 

Proseguono le indagini sulla morte di Ramsey Alrae Keiron, 29 anni, e John Blair Rashad Randy, 28 anni, i due giovani delle Bahamas ripescati nei giorni scorsi nelle acque del fiume Po a Torino. Indagini che sono seguite con attenzione dalle autorità diplomatiche delle Bahamas, ancora oggi nel capoluogo piemontese. Alcuni media locali hanno adombrato l'ipotesi di un omicidio scaturito da motivazioni razziali, una pista che gli investigatori tendono però a escludere. La Questura di Torino sta assistendo le autorità diplomatiche.

Le indagini

L'attività investigativa prosegue per ricostruire le ultime ore di vita dei due amici. Gli inquirenti hanno acquisito i filmati delle telecamere di sorveglianza delle zone dove sono stati recuperati i corpi e dei mezzi pubblici. Il bed&breakfast in cui hanno alloggiato, nei due o tre giorni di permanenza in città, non è dotato di impianto di video sicurezza. Oggi, in Questura, è stata nuovamente ascoltato la sorella di Blair, che ha raccontato di aver sentito per l'ultima volta suo fratello giovedì 30 maggio, al telefono, e che il dialogo era stato del tutto normale.

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24