Apple Watch Series 6 si conferma il migliore smartwatch sul mercato: la nostra prova

Now

Daniele Semeraro

“Da fuori” l’orologio con la Mela è molto simile al modello precedente (anche se ci sono nuovi colori e nuovi materiali), dentro ha tante nuove funzioni dedicate agli amanti dello sport, del fitness, dello star bene. A cominciare dalla misurazione del livello di ossigeno nel sangue, dal monitoraggio del sonno e del lavaggio delle mani. E dal prezzo di partenza, che scende di un po’

Apple Watch, lo smartwatch della Mela, compie cinque anni e lo fa introducendo due nuovi modelli: l’Apple Watch Series 6 - protagonista della nostra recensione - e l’Apple Watch SE, ribattezzato “Apple Watch economico”, di cui abbiamo parlato nell’evento di lancio. Apple Watch, spiegano da Apple, ha ridefinito il concetto di orologio “intelligente”, e sempre più utenti si affidano ad esso per stare in forma, monitorare la propria salute, e avere un colpo d’occhio sulle informazioni essenziali. Apple Watch Series 6 ha un nuovo processore fino al 20 per cento più veloce del suo predecessore, è più efficiente dal punto di vista energetico e introduce una nuova funzione di monitoraggio della salute: quella della misurazione del livello di ossigeno nel sangue. Per noi si conferma il migliore smartwatch sul mercato.

La misurazione del livello di ossigeno del sangue

A dir la verità altri competitor di Apple avevano già iniziato a fornire la funzione di misurazione del livello di ossigeno nel sangue. Apple lo fa in un’app elegante, pratica, che offre anche la possibilità di un monitoraggio continuo “in background” (anche di notte, mentre dormiamo), così da controllare poi nell’App Salute di iPhone la propria media giornaliera. La misurazione del livello di ossigeno nel sangue è un importante indicatore del proprio stato di salute (semplificando, misura quanto bene i polmoni e il sistema circolatorio stanno fornendo sangue ossigenato al corpo) e adesso attraverso l’Apple Watch è possibile farlo in soli 15 secondi. Questo grazie a quattro led e a quattro fotodiodi presenti nel cristallo posteriore. Il dato è offerto in percentuale e una percentuale “normale” si aggira tra il 95 e il 99 per cento.

Il monitoraggio del sonno e quello del lavaggio delle mani

Apple Watch Series 6 è in grado anche di monitorare il sonno, se indossato di notte: aiuta a raggiungere i propri obiettivi di sonno consigliando a che ora andare a letto in base all’orario della sveglia e permette - tramite l’App Salute - di vedere i dati riassuntivi relativi alla settimana o al mese. Il monitoraggio del sonno - uno dei pochi lati negativi che segnaliamo - ci è sembrato però un po’ troppo “basico” rispetto a tanti competitor. Tra l’altro in modalità Sonno viene disattivato completamente il display, che non si attiva dunque con i tocchi involontari. A questa importante funzione dobbiamo aggiungere anche tutte le altre funzioni relative alla salute: l’elettrocardiogramma, l’avviso sul battito cardiaco troppo alto o troppo basso, il riconoscimento cadute, il monitoraggio del ciclo mestruale e il monitoraggio del rumore ambientale, che ci avvisa se la nostra esposizione ai suoni alti è troppo prolungata. Infine c’è una funzione che a noi è piaciuta moltissimo: il rilevamento del lavaggio delle mani. Sembra davvero una banalità, ma quanti di noi impiegano davvero 20 secondi per lavarsi le mani? A volte andiamo di fretta, a volte ce ne dimentichiamo. Apple Watch ci aiuta a svolgere al meglio questa pratica, in maniera automatica: quando “si accorge” che ci siamo iniziati a lavare le mani emette un suono e fa partire un piccolo countdown (che si ferma se anche noi ci fermiamo e ci sprona a continuare a lavarci le mani): una volta raggiunti i 20 secondi di lavaggio emette un altro suono e ci avvisa che possiamo smettere. È possibile anche impostare un reminder che ricorda di lavarsi le mani una volta rientrati in casa. 

Le funzioni sportive

Tra le altre novità nella Series 6 è stato inserito un pratico altimetro sempre attivo (disponibile anche integrato in un quadrante) che ci permette di avere sempre a colpo d’occhio la nostra altitudine (molto utile sia a livello medico sia per gli sportivi), questo grazie a un sensore che combina i dati in arrivo da barometro, Gps e anche linee Wi-Fi presenti eventualmente in zona. Su Apple Watch Series 6 c’è anche la bussola, il sensore di cadute, la possibilità di avere la navigazione passo-passo al braccio collegandosi con l’app Mappe. E poi c’è il monitoraggio di tante attività sportive, dalla corsa al nuoto, dal trekking al ciclismo, dall’ellittica al vogatore: quest’anno sono state inserite anche la danza, il rafforzamento funzionale, il core training, il defaticamento. 

Le altre funzioni

Presente anche la possibilità di ottenere traduzioni “al volo” (parlando con Siri), introdotta anche una nuova copertura Wi-Fi con il supporto alla banda 5 GHz. Sulla Series 6 è stata migliorata anche la carica: adesso si va da 0 a 100 in circa 90 minuti (da 0 all’80 per cento in un’ora): l’utilizzo dunque che se ne potrebbe fare, per sfruttare al meglio il monitoraggio del sonno, è quello di ricaricare l’Apple Watch magari durante la cena, subito prima di andare a dormire, per avere carica a disposizione fino al giorno successivo. Stiamo testando la durata della batteria e ci sembra migliore del modello precedente (anche se alcuni competitor hanno una durata maggiore): con tutte le funzioni attive e con un utilizzo normale, caricando lo smartwatch all’ora di cena riusciamo ad arrivare tranquillamente alla cena successiva, con la batteria che riesce a durare anche una trentina di ore. Per risparmiare l’impatto sull'ambiente, inoltre, da quest’anno è stato deciso di non includere un adattatore Usb: all’interno della confezione troveremo infatti solamente il cavo di ricarica, che poi possiamo collegare a qualsiasi adattatore Usb (vanno benissimo quello dell’iPhone, dell’iPad o anche di altri cellulari). 

Colori, materiali, disponibilità e prezzi

Apple Watch Series 6 introduce anche nuovi colori (11) e materiali: alluminio, acciaio inossidabile e titanio. È possibile scegliere anche tanti nuovi cinturini con numerose finiture. E poi ci si può divertire con i nuovi quadranti: sono davvero molti, tra questi il nuovo cronografo con tachimetro integrato, il quadrante con le Memoj, il GMT per avere sott’occhio anche un altro fuso orario. Abbiamo apprezzato molto anche l’esperienza del display Retina, con la visibilità migliorata alla luce del sole sia quando il display è completamente attivo, sia nella modalità “always on” che permette di leggere sempre l’ora, anche quando l’orologio non attivo. Apple Watch viene venduto in due distinte grandezze della cassa (40 e 44mm) e nei modelli GPS e GPS+Cellular (non ha bisogno di rimanere sempre collegato all’iPhone per effettuare chiamate o collegarsi a internet). Il prezzo di partenza è minore rispetto alla Series 5: 439 euro.

Pro e Contro

PRO

  • Funzioni salute e fitness
  • Software, app, funzionalità

CONTRO

  • La batteria dura meno rispetto ad alcuni competitor
  • Monitoraggio del sonno un po’ elementare

 

Tecnologia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24