Droni come uccelli: volano in gruppo in autonomia

Drone (Getty Images)
1' di lettura

I ricercatori sono riusciti a coordinare la traiettoria di 30 droni, migliorandone l’autonomia nei volteggi grazie all’ispirazione alla natura 

Lo studio pubblicato sulla rivista Science Robotics e condotto dall’Accademia delle scienze ungherese, con l’ausilio del Collegio universitario norvegese Molde e della Vrije Università di Amsterdam, sembra dimostrare che i droni possano volare in gruppo proprio come gli stormi di uccelli.

Volteggi nel cielo

Sono molteplici le situazioni in cui potremmo avere la possibilità, in futuro, di osservare lo sciame di droni in azione; questi ultimi potrebbero, per esempio, essere impiegati per disegnare nel cielo elaborate e colorate coreografie notturne, per dare inizio a degli importanti appuntamenti sportivi. Per ottenere una perfetta coordinazione del movimento dei robot, sarebbe necessaria, come riportato nello studio, una preventiva programmazione del loro percorso. Questa è una procedura che potrebbe però limitare fortemente le prestazioni dei droni, ogni qual volta intercorrano imprevisti o temporanee perdite della comunicazione. Per limitarne i danni, sembra che gli studiosi siano riusciti a migliorare l’autonomia dei robot nei loro volteggi, ispirandosi proprio alla natura.

Simulazioni accurate

Dopo sei anni di continua osservazione ed analisi del volo di uno stormo costituito da 100 uccelli, monitorato attraverso la tecnologia GPS, i ricercatori sono riusciti a stilare una serie di accortezze per perfezionare le dinamiche di volo. Per farlo si sono serviti di computer all’avanguardia, grazie ai quali sono riusciti a realizzare delle simulazioni incrociate di tutte le traiettorie dei volatili coinvolti. Gli studiosi sono così riusciti a ricreare il movimento dello stormo, coordinando il percorso di 30 droni.
Il risultato del test sembra essere stato positivo: “Non si è verificato nessun caso di collisione e tutti i droni si sono mossi in maniera autonoma, senza l’intervento integrativo del comando umano”, commentano i ricercatori.

Droni al posto dei bagnini

È in corso la progettazione di innovativi sistemi di pilotaggio remoto, realizzati per coadiuvare il soccorso in mare. I progetti dei nuovi droni italiani verranno presentati al Sea Drone Tech Summit 2018, nei giorni 16 e 17 novembre, in quel di Gallipoli. Nel primo congresso italiano dedicato ai robot per impiego marittimo, si avrà la possibilità, per esempio, di osservare il funzionamento di innovativi piccoli droni in grado di sganciare salvagenti dall’alto.

Leggi tutto
Prossimo articolo

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Schermata Home"

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Home"