WhatsApp lancia Community: come funzionano i nuovi gruppi

Tecnologia
©IPA/Fotogramma

A darne notizia è l’azienda stessa tramite un comunicato stampa, con il quale spiega il funzionamento e a che cosa servono. Le novità, però, non finiscono qua perché sono in arrivo altre altre funzioni che si aspettavano da tempo

ascolta articolo

L’attesa è finita. È arrivata la novità più attesa e chiacchierata dell’anno. Si tratta della possibilità di creare sottogruppi all'interno dei gruppi esistenti su Whatsapp, per mettere insieme team specifici di lavoro, condomini di un singolo edificio, compagni di studio e molto altro. Come ha spiegato Mark Zuckerberg in un post su Facebook: "Community è la funzione che migliora i gruppi abilitando i cosiddetti sottogruppi, thread multipli, canali di annunci e altro ancora. Le altre novità sono la funzionalità di sondaggi e la possibilità di eseguire videochiamate fino a 32 partecipanti, tutto, ovviamente, protetto dalla crittografia end-to-end in modo che i messaggi rimangano privati. L'aggiornamento arriverà nei prossimi mesi sia per gli smartphone Android che iPhone, scaricando la versione più recente del client di messaggistica.

Ideate per collegare più realtà

approfondimento

WhatsApp, le possibili novità sul prossimo aggiornamento

Le nuove funzioni possono essere usate in tutti i gruppi, ma sono particolarmente utili per le community ideate per collegare più gruppi e organizzare le conversazioni in un'unica schermata. Quando disponibile, basterà toccare la nuova tab Community in alto nelle chat su Android e in basso su iOS e creare una nuova community da zero o aggiungere gruppi esistenti. "Quando sei in una community - si legge sul blog di annuncio del servizio - puoi facilmente passare da un gruppo disponibile all'altro per ottenere le informazioni di cui hai bisogno e al momento opportuno, mentre gli amministratori possono inviare aggiornamenti importanti a tutti i membri. Con Community, il nostro obiettivo è migliorare la comunicazione per le organizzazioni grazie a un livello di privacy e sicurezza introvabile altrove". La stessa Meta ha collaborato con oltre 50 organizzazioni di 15 Paesi per sviluppare Community, ricevendo consigli e pareri su come migliorarla e rendere la funzione più utile.

Tecnologia: I più letti