Metaverso, Google acquista startup per occhiali

Tecnologia
©Getty

Il colosso americano conferma la volontà di lanciare sul mercato nuovi dispositivi per la realtà aumentata e si assicura la tecnologia di Raxium, per realizzare display contraddistinti da un basso consumo energetico e un'ottima resa

ascolta articolo

Si chiama Raxium ed è una startup specializzata in display MicroLed ad alta densità per occhiali di realtà aumentata. Un nome che oggi fa notizia perché, l’azienda di Fremont (in California), è stata acquistata da Google ed è di fatto entrata a far parte della divisione Device and Services del colosso americano. I termini dell'accordo non sono stati ancora divulgati ma, secondo gli analisti, dovrebbe aiutare le mire di Google nel metaverso. Il suo know-how, infatti, potrebbe essere fondamentale per la realizzazione di un nuova generazione di visori di realtà aumentata, virtuali e mista dove la qualità e la definizione delle immagini giocherà un ruolo chiave.

L'annuncio

approfondimento

Questo altro futuristico mondo che è il Metaverso

"Oggi annunciamo che Google ha acquisito Raxium, un innovatore nelle tecnologie di visualizzazione MicroLed a pannello singolo", ha scritto Rick Osterloh, Senior VP of Devices & Services di Google, in un breve post sul blog. "Il team di Raxium ha trascorso cinque anni nel creare display ad alta risoluzione miniaturizzati, economici ed efficienti dal punto di vista energetico, che gettano le basi per le future tecnologie di visualizzazione". La startup produce display "ultracompatti, a bassa potenza, ad alta risoluzione", da poter utilizzare in una larga gamma di dispositivi, in modo particolare quelli indossabili, per restituire all'utente una qualità di visione superiore senza appesantire troppo gli accessori.

I dettagli

approfondimento

Tre domande su Metaverso e NFT: risponde l'esperto

Secondo quanto riportato sul sito web ufficiale della società, uno schermo Super AMOLED tradizionale ha un pixel pitch (la distanza tra il centro di un pixel e il centro di un altro pixel accanto) di circa 50 micron. La tecnologia MicroLED di Raxium sarebbe invece in grado di ridurre questa distanza a circa 3,5 micron oltre ad essere molto più efficiente dal punto di vista energetico. Prima della conferma arrivata nelle scorse ore, si era parlato di un accordo tra Google e Raxium già a marzo, quando il sito The Information aveva sottolineato l'interesse dell'azienda nel voler internalizzare la produzione di elementi chiave per prossimi dispositivi indirizzati al metaverso. Gli occhialini di nuova generazione di Big G sono attesti per il 2024.

Tecnologia: I più letti