Elon Musk punta al 100% di Twitter, l'azienda: offerta indesiderata. Lui: ho piano B

Tecnologia

Secondo la stampa americana il consiglio di amministrazione non gradisce il passo del Ceo di Tesla. Lui replica: "Ho investito in Twitter perché credo nel suo potenziale come piattaforma per la libertà di parola in tutto il mondo", afferma il Ceo di Tesla, che poi ammette: "Non sono sicuro che sarò in grado di acquistarla"

ascolta articolo

L'offerta di Elon Musk per Twitter è "indesiderata". Il consiglio di amministrazione del social network , secondo quanto riporta l'agenzia Bloomberg citando Information, non gradirebbe le avances del Ceo di Tesla. Il cda sta comunque valutando l'offerta tramite un "processo rigoroso", come ha detto secondo indiscrezioni di stampa il ceo, Parag Agrawal, incontrando i dipendenti della società. Agrawai avrebbe aggiunto "non siamo tenuti in ostaggio". 

Il piano B

Ma Elon Musk avrebbe pronto un "piano B" nel caso in cui Twitter dovesse rifiutare la sua offerta. Intervenendo alla Ted Conference, riportano i media americani, Musk ha detto anche di avere "asset sufficienti" per acquistare Twitter. Il numero uno di Tesla poi però ammette: "Non sono sicuro che sarò in grado di acquistarla", dice Musk, citato dall'agenzia Bloomberg. Per Musk l'offerta, spiega, punta a creare un'"area inclusiva per la libertà di parola".

L'offerta

Il miliardario offre in contanti 54,20 dollari per azione per quasi 42 miliardi di dollari totali. Musk è pronto a pagare un premio del 54% rispetto al prezzo di chiusura del 28 gennaio e uno del 38% su quello dell'1 aprile, l'ultimo giorno di negoziazione prima dell'annuncio pubblico dell'investimento di oltre il 9% da parte del Ceo di Tesla nella società.

Musk: "Twitter va trasformata in azienda privata"

leggi anche

Elon Musk non entrerà nel consiglio di amministrazione di Twitter

Nel file inviato alla Sec Elon Musk scrive: "Ho investito in Twitter perché credo nel suo potenziale per essere la piattaforma per la libertà di parola in tutto il mondo" che "credo sia un imperativo sociale per una democrazia funzionante". "Tuttavia - prosegue - da quando ho fatto il mio investimento, ora mi rendo conto che l'azienda non prospererà né servirà questo imperativo sociale nella sua forma attuale. Twitter deve essere trasformata in azienda privata". 

Twittere Wall Street

leggi anche

Twitter, nuovo pulsante ‘alt’ legge le descrizioni delle foto

L'operazione vede la banca newyorkese Morgan Stanley come advisor finanziario e, se andrà a buon fine, vedrà Twitter delistato da Wall Street. Il prezzo messo sul piatto, 54,20 dollari per azione, "rappresenta un premio del 54% rispetto al prezzo di chiusura delle azioni ordinarie il 28 gennaio 2022, il giorno di negoziazione prima che Musk iniziasse a investire in Twitter" precisa il documento alla Sec.

Gli antefatti

A inizio mese Elon Musk aveva acquistato un cospicuo pacchetto azionario di Twitter: 73,5 milioni di azioni, pari al 9,2% della società. Il Ceo di Tesla era stato anche nominato per entrare a far parte del consiglio della compagnia ma pochi giorni fa è arrivata la rinuncia. Come ha dichiarato in un tweet il direttore generale del social network Parag Agrawal: "Elon Musk ha deciso di non unirsi al nostro consiglio".

Tecnologia: I più letti