Cashback di Stato: attenzione a queste app a pagamento

Tecnologia

Nella corsa al nuovo programma di rimborso c'è chi è inciampato nel download di applicazioni a pagamento, ora rimosse dagli store, non consone per il cashback. Per iscriversi è necessario scaricare l’app per i servizi pubblici “IO”

Dall'8 dicembre si è scatenata una vera corsa al Cashback di Stato, il nuovo programma di rimborso che premia chi fa spese con bancomat e carte di credito presso gli esercenti fisici. Per partecipare al piano e ottenere il rimborso del 10% (sino ad una soglia massima di spesa di 1.500 euro) sugli acquisti effettuati nei negozi, bisogna essere cittadini maggiorenni residenti in Italia e soprattutto scaricare l’app per i servizi pubblici “IO”. Per molti l'accesso all'app e la registrazione hanno comportato qualche difficoltà, ma c'è anche chi è inciampato nel download di app a pagamento non consone per il cashback. In queste ultime ore sembra che queste app siano state rimosse dagli store online, ma, come confermano le ultime classifiche delle app più scaricare da App Store, sono numerosi gli utenti che negli ultimi giorni hanno pagato queste piattaforme, credendo di scaricare l'app necessaria per accedere al cashback.

Quali sono le app non consone per il Cashback

approfondimento

Cashback, gli acquisti rimborsabili e non: dalla spesa alle bollette

 

Nelle scorse ore nella classifica delle app a pagamento più acquistate sul negozio virtuale di Apple apparivano nelle prime posizioni per la categoria Utility due piattaforme chiamate rispettivamente “Cashback di Stato – Italia” e “Cashback di Stato Italia App”. Entrambe le app si limitano a calcolare a quanto ammonta il 10% di una qualunque cifra.
A ingannare gli utenti è stato proprio il nome di queste applicazioni, pubblicate con il solo obiettivo di cavalcare l'interesse sul tema, che sembra rimandare al nuovo programma di rimborso promosso dal governo.  

 

Cashback e app "IO"

 

Come detto, per partecipare al piano di rimborso è necessario scaricare l’app per i servizi pubblici “IO” o una delle app degli issuer convenzionati, come Poste Italiane, Nexi, Satispay, BancomatPay. I dati necessari all’iscrizione sull'app "IO" sono: il codice fiscale, gli estremi identificativi dei metodi di pagamento elettronici indicati per iniziare a effettuare acquisti che siano validi ai fini del programma e un codice IBAN per l'erogazione degli eventuali rimborsi. Dopo aver effettuato l’accesso all’app, per iscriversi al programma basta entrare nella sezione “Portafoglio”, cliccare sul pulsante in evidenza “Cashback” e seguire le istruzioni. In alternativa, si può cliccare su “Aggiungi” in corrispondenza della voce “Bonus e Sconti” e selezionare “Cashback” dalla lista di quelli disponibili.

Tecnologia: I più letti