Mobile World Congress, rinviata la data: si terrà a fine giugno 2021

Tecnologia
©Getty

Inizialmente previsto per marzo, è stato posticipato nel periodo dal 28 giugno al primo luglio 2021. GSMA, l’organizzatore della fiera tech di Barcellona, avrà così più tempo per far fronte alle disposizioni anti-coronavirus

Oggi, mercoledì 23 settembre, GSMA ha annunciato una riprogrammazione del Mobile World Congress 2021, la più grande fiera annuale dell'industria delle telecomunicazioni a livello mondiale. Il MWC 2021 si terrà a Barcellona tra il 28 giugno e il primo luglio 2021. Era inizialmente previsto, come di consueto, la prima settimana di marzo. L’edizione del 2020, invece, era saltata all’ultimo a causa della diffusione del coronavirus.

MWC 2021 spostato all’estate del 2021

 

C’è sempre il coronavirus tra le cause del rinvio del Mobile World Congress all’estate del 2021. “Questo spostamento – scrive GSMA, l'associazione mondiale degli operatori delle telecomunicazioni che organizza la fiera, nel suo comunicato - ci permette di far fronte a circostanze esterne legate a Covid-19”. Anche se, fa sapere, la componente digitale resterà rilevante per poter sopperire alla “schiacciante” richiesta di presenze che non potrà essere totalmente assorbita per motivi di sicurezza sanitaria. "Con una situazione globale in continua evoluzione – ha dichiarato Mats Granryd, Direttore Generale di GSMA in riferemento alla pandemia da coronavirus - e dopo la consultazione con il nostro consiglio di amministrazione e di appartenenza e dei nostri top espositori, abbiamo preso l'attenta decisione di riprogrammare MWC21 Shanghai nel mese di febbraio, e MWC21 Barcellona nel mese di giugno. La salute e la sicurezza dei nostri espositori, dei partecipanti, del personale e della gente di Barcellona sono di fondamentale importanza".

©Getty

Il brusco stop all’edizione 2020

approfondimento

Nokia annuncia gli smartphone economici 3.4 e 2.4 e nuovi device audio

 

Quest’anno la decisione era arrivata a pochi giorni dalla fiera tech e non si è trattato di un rinvio, bensì di un annullamento. L'associazione mondiale degli operatori delle telecomunicazioni che organizza l'evento, al termine di una lunga riunione, ha comunicato a metà febbraio l’impossibilità di mettere in piedi il MWC 2020 in seguito alla rapida diffusione del virus su scala mondiale. Prima della decisione ufficiale, già una quarantina di aziende leader avevano rinunciato alla partecipazione all’evento, che era in programma dal 24 al 27 di quel mese. Tra le ultime a ritirarsi Nokia, Vodafone, Ericsson, Lg, Amazon e Facebook. 

Tecnologia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.