Windows 7, dal 14 gennaio termina il supporto da parte di Microsoft: ecco cosa fare

Tecnologia
Immagine di archivio (Getty Images)

I computer su cui è installato continueranno a funzionare normalmente, ma saranno maggiormente vulnerabili alle eventuali falle del sistema operativo. L’antivirus gratuito Microsoft Security Essential continuerà a ricevere gli aggiornamenti delle firme dei virus 

Da domani, martedì 14 gennaio, Microsoft smetterà di supportare Windows 7. Il sistema operativo non riceverà più alcun tipo di aggiornamento, inclusi quelli di sicurezza, rendendo i dispositivi su cui è installato potenzialmente vulnerabili a malware e virus. Proprio per questa ragione nelle ultime settimane Microsoft ha inviato gli utenti a passare ai sistemi operativi più recenti. Windows 7 è disponibile il 22 ottobre 2009 ed è stato supportato dall’azienda di Redmond per 10 anni.

Le vulnerabilità di Windows 7

Dal 14 gennaio tutti i Pc con Windows 7 continueranno a funzionare normalmente, ma saranno più vulnerabili alle eventuali falle del sistema operativo. Microsoft ha reso noto che l’antivirus gratuito Microsoft Security Essential (MSE) continuerà a ricevere gli aggiornamenti delle firme dei virus, ma non quelli relativi alla sicurezza. Ciò significa che il programma sarà efficacie contro tutte le minacce legate ai virus, ma non potrà fare nulla per quelle dovute alla mancata ottimizzazione del sistema operativo. Gli utenti potranno continuare a utilizzare anche Windows Defender, che però offrirà una protezione solo dagli spyware. Anche altre società, come Kaspersky, Norton, Bitdefender, Panda e Avast, continueranno ad aggiornare le firme dei propri antivirus per Windows 7.

Come aggiornare un Pc con Windows 7 a Windows 10

Chi possiede una licenza ufficiale di Windows 7 può passare a Windows 10 senza spendere nulla (a patto che sia in possesso di un dispositivo in grado di supportare il nuovo sistema operativo). Una volta verificati i requisiti minimi di sistema è possibile andare sul sito ufficiale di Microsoft e procedere al download cliccando sulla voce “Scarica ora lo strumento”. Una volta completato l’aggiornamento è necessario verificare che la licenza sia attivata seguendo questo percorso: “start”,“impostazioni”, “aggiornamento” e “sicurezza-attivazione”. Chi non possiede un Pc compatibile con Windows 10 dovrà necessariamente acquistare un nuovo computer e un’apposita licenza per poter utilizzare l’ultimo sistema operativo di Microsoft

Tecnologia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24