Apple, 60 milioni di AirPods venduti nel 2019: domanda oltre le attese

Tecnologia

Secondo Bloomberg le spedizioni di auricolari wireless di Cupertino dovrebbero raddoppiare rispetto allo scorso anno, grazie anche ai nuovi AirPods Pro. Le vendite finali dipenderanno però da come i produttori riusciranno a fronteggiare la grande richiesta 

Il periodo natalizio coronerà un ottimo anno per gli AirPods di Apple: Bloomberg stima infatti che Cupertino terminerà il 2019 con 60 milioni di auricolari wireless venduti, grazie a una domanda di gran lunga al di sopra delle attese specialmente per il modello AirPods Pro, lanciato a fine ottobre. Apple potrebbe persino essere in difficoltà a soddisfare questa richiesta, destinata a impennarsi ulteriormente durante le festività. In occasione della chiusura dell’anno fiscale dell’azienda, era già emerso come i ricavi da record fossero trainati dal grande successo dei device indossabili, categoria che include anche Apple Watch.

Apple AirPods super richiesti: le difficoltà dei fornitori

Dopo una prima versione migliorata lanciata a marzo, Apple ha ‘ripensato’ i propri auricolari wireless con il modello AirPods Pro, totalmente rinnovato nel design e con nuove funzioni, tra cui quella trasparenza e la cancellazione attiva del rumore. Grazie al successo riscosso da questi device, Apple dovrebbe raddoppiare le vendite rispetto allo scorso anno chiudendo il 2019 con 60 milioni di spedizioni, anche se secondo Bloomberg il bilancio finale dipenderà dalla rapidità con cui i fornitori di Cupertino, estremamente sollecitati in questo periodo intenso, riusciranno a superare le difficoltà di produzione legate all’altissima domanda. Attualmente, gli utenti che ordinano AirPods Pro sul sito web devono attendere tra le due e tre settimane prima di riceverli. In ogni caso, il Black Friday 2019 e le festività natalizie dovrebbero ulteriormente consolidare il dominio di Apple nel settore degli auricolari true wireless.

Apple, il successo dei device wearable

I 64,04 miliardi di fatturato fatti registrare da Apple alla chiusura dell’esercizio fiscale 2019 non sono frutto dei ricavi ottenuti da iPhone, diminuiti del 9,2%, bensì di quelli provenienti dai dispositivi wearable e dai segmenti Home e Accessori, cresciuti in totale del 54%. Recentemente Consumer Reports ha recensito i nuovi Apple AirPods, riconoscendo i grandi miglioramenti sul piano della qualità del suono, non ancora sufficienti tuttavia, almeno secondo la rivista, a pareggiare il livello dei Samsung Galaxy Buds, considerati i migliori del settore. 

Tecnologia: I più letti