Instagram consentirà agli utenti di segnalare i contenuti falsi

Tecnologia

Funzione introdotta per il momento solo negli Stati Uniti, permetterà di contrastare le fake news. I post incriminati saranno valutati e nel caso rimossi dalla barra di ricerca o da quella degli hastag  

Instagram ha deciso di attuare severi controlli per contrastare la disinformazione e la diffusione di contenuti falsi. Stando a quanto riportano alcuni articoli come quello diffuso dall’agenzia Reuters, la popolare piattaforma social sta aggiungendo un'opzione grazie alla quale gli utenti potranno segnalare post che ritengono falsi. Inizialmente disponibile solo per gli Stati Uniti, la funzione permetterà ai 54 partner di Facebook (proprietaria di Instagram) che lavorano in 42 lingue di visionare i contenuti segnalati e quindi, se classificati come falsi, di rimuoverli all’interno dell’area ‘esplora’ di Instagram e dai risultati di ricerca in base agli hashtag.

Lotta ai contenuti falsi

"Si tratta di un primo passo importante nella lotta ai contenuti falsi, mentre lavoriamo verso un approccio sempre più completo per affrontare la disinformazione", ha dichiarato Stephanie Otway, portavoce di Facebook. L’idea di introdurre questa funzione è arrivata anche dopo alcuni rapporti, come quello della società New Knowledge, secondo la quale Instagram è stata al centro di numerosi tentativi di rendere virali contenuti falsi. Un report segnalava infatti tentativi di agenti russi di diffondere disinformazione dopo le elezioni presidenziali degli Stati Uniti nel 2016. "La nostra valutazione è che Instagram sarà probabilmente il nuovo campo di battaglia in questo senso", hanno detto gli analisti. E per questo la piattaforma di condivisione di foto è stato anche messa sotto pressione per bloccare le fake news riguardanti la salute, compresi i post che cercavano di dissuadere le persone dal vaccinarsi.

Nessun avviso in caso di rimozione dei contenuti

L'approccio voluto dall’azienda per Instagram ha un risvolto diverso rispetto a quello Facebook, che si concentra sulla prevenzione della viralità dei contenuti fuorvianti anziché rimuoverli completamente. Come riporta un altro articolo del Daily Mail, a differenza di Facebook, infatti, gli utenti che saranno accusati di postare contenuti che contengono informazioni false non saranno avvisati dalla piattaforma. Ma si procederà direttamente con l’eliminazione del contenuto. In quest’ottica, nel futuro, Instagram ha anche confermato l'intenzione di costruire un’intelligenza artificiale più sofisticata che identificherà automaticamente le notizie false prima che abbiano la possibilità di diffondersi. Agire prontamente per arginare la disinformazione ha una notevole importanza. Lo scorso giungo l'amministratore delegato di Instagram, Adam Mosseri, aveva rilasciato un'intervista riguardante i video falsi, secondo cui gli sforzi della piattaforma per contenere fake news sono "discutibili" se il contenuto ha la possibilità di diventare virale. "Se un milione di persone vedono un video del genere nelle prime 24 o 48 ore dalla sua diffusione, il danno è fatto", aveva dichiarato.  

Tecnologia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24