Facebook, Libra è ufficiale: la criptovaluta arriverà nel 2020

Tecnologia

La compagnia di Menlo Park ha dato l'annuncio tramite un comunicato. La moneta digitale sarà basata su una blockchain sicura e sarà governata dalla Libra Association e da Calibra, una nuova divisione del social. Il servizio sarà integrato su WhatsApp e Messenger 

Dopo le numerosi voci e indiscrezioni che si sono susseguite nelle passate settimane, ora è ufficiale: Libra è la nuova criptovaluta di Facebook e verrà lanciata nel 2020. A darne l’annuncio è la società di Menlo Park tramite un comunicato, nel quale spiega che la moneta digitale sarà basata su una blockchain sicura e governata da un’associazione indipendente, la Libra Association, formata da 28 aziende, istituzioni ed enti, tra cui Mastercard, Visa, PayPal, Vodafone e Spotify, e da una nuova divisione del social, Calibra, il cui primo compito sarà quello di introdurre un portafoglio digitale per gestire in maniera semplice le transazioni con la nuova valuta. Il servizio sarà inizialmente disponibile su Messenger, Whatsapp e su un’apposita app.

Trasferire denaro in modo semplice e immediato

“Ancora oggi - scrive il social - molte persone in tutto il mondo non hanno accesso ai servizi finanziari di base: quasi la metà degli adulti di tutto il pianeta non possiede un conto bancario attivo, il numero è ancora maggiore nei paesi emergenti e tra le donne. Il costo di questa esclusione - spiega ancora Facebook - è alto: circa il 70% delle piccole imprese nei paesi in via di sviluppo non ha accesso al credito e 25 miliardi di dollari ogni anno vengono persi dai migranti in commissioni sulle rimesse”. L’obiettivo dichiarato di Calibra è dunque quello di trovare una soluzione a questi problemi, offrendo un portafoglio digitale per accumulare e spendere Libra. Quando verrà lanciato, il nuovo servizio permetterà in ogni parte del mondo di trasferire denaro a quasi tutti coloro che possiedono uno smartphone in modo semplice e immediato, come inviare un messaggio, a basso costo. In futuro, Facebook prevede di aggiungere altri servizi dedicati alle persone e agli esercizi, come pagare le bollette premendo un pulsante o prendere un caffè scansionando un codice.

Sicurezza e privacy

Per quanto riguarda la protezione del denaro e dei dati dei fruitori del servizio, Facebook sottolinea che Calibra offrirà diversi strumenti volti a garantire la sicurezza degli utenti, sfruttando gli stessi processi di verifica e anti-frode utilizzati dalle banche e dalle carte di credito, e disporrà di sistemi automatizzati che monitoreranno tutte le attività per rilevare e prevenire comportamenti fraudolenti. Viste le vicende passate, assume particolare rilevanza nel comunicato il passaggio relativo alla privacy degli utenti, dove si legge che Calibra non condividerà i dati personali e finanziari con Facebook o con terze parti senza l’espresso consenso del cliente. Le informazioni finanziarie, dunque, non verranno utilizzate per migliorare il targeting degli annunci.

Stabilità

Stando a quanto riferito, infine, sul portale dedicato a Libra, la stabilità della valuta sarà garantita dalla parità con un paniere di asset reali a bassa volatilità, come depositi bancari e titoli di Stato a breve termine denominati in valute di Banche centrali stabili e ad alta reputazione. Libra non sarà dunque legata a una singola moneta e il suo valore in qualsiasi valuta nazionale potrà variare. L’obiettivo sarà quello di scegliere asset di riserva che riducano il più possibile la volatilità, in modo che i possessori possano fidarsi della capacità di mantenere il valore nel tempo.

Tecnologia: I più letti