Google Maps, arrivano anche in Italia le segnalazioni degli autovelox

Tecnologia

Attraverso la nuova funzione, il programma indicherà la presenza di un rilevatore di velocità lungo l’itinerario prestabilito. Per il momento, è disponibile solo per la versione 10.16.1 dell’app 

A breve anche in Italia Google Maps segnalerà la presenza degli autovelox lungo la strada che si sta percorrendo. Rilasciata qualche mese fa in diversi paesi, tra cui gli Stati Uniti, la nuova funzione è in fase di rilascio anche nella versione italiana dell’app, sebbene questo procedimento richiederà qualche settimana prima di essere completato su tutti gli aggiornamenti di Android.

Disponibile per la versione 10.16.1

Le prime segnalazioni provenienti da oltreoceano relative al nuovo strumento risalgono a gennaio. In quell’occasione, Google aveva comunicato che presto la funzione sarebbe stata introdotta anche nel resto del mondo, senza però indicare alcuna tempistica. Nelle ultime ore, quasi a sorpresa, diversi utenti italiani si sono accorti della novità all’interno della loro app quando, inserendo un itinerario, hanno visto apparire lungo il tragitto delle nuvolette arancioni con una telecamera bianca, indicanti la presenza di un autovelox. Una volta avviato il percorso, Google Maps segnalerà il rilevatore di velocità anche attraverso un segnale acustico quando ci si troverà in prossimità. Stando a quanto rilevato dagli utenti, la funzione sembra essere disponibile al momento solo per la versione 10.16.1 dell’app, ma è plausibile ipotizzare che nelle prossime settimane approderà anche sugli aggiornamenti più arretrati.

Le nuove funzioni di Maps

Negli ultimi mesi, Mountain View ha intensificato i suoi sforzi per migliorare il suo programma di mappe, schiacciato dalla concorrenza di Waze. Maps sta infatti testando diverse nuove funzioni, che vogliono incentivare gli utenti a interagire con l’app e allo stesso tempo offrire un servizio migliore. Tra queste, non solo la possibilità di segnalare code, incidenti e rallentamenti, ma anche il grado di affollamento dei mezzi pubblici, in modo tale da fornire a tutta la community indicazioni sul numero dei posti a sedere liberi su una determinata tratta del bus, del treno o della metro. Inoltre, per rilanciarne la popolarità, Google sta lentamente trasformando Maps in una sorta di social network, tramite il quale organizzare e pubblicizzare eventi aperti al pubblico oppure redigere recensioni corredate di hashtag.  

Tecnologia: I più letti