Apple Pay, pagamenti supportati da iTunes, App Store e Apple Music

Tecnologia

In attesa dell’arrivo in estate di Apple Card, il metodo di pagamento approda su alcune delle più importanti app di Cupertino, ma per il momento è disponibile solo in alcuni paesi 

I pagamenti tramite Apple Pay sono ora supportati e accettati su alcune delle app più importanti del sistema Apple, come App Store, iTunes, Apple Music, Apple Books e iCloud. Lo ha ufficializzato lo stesso gruppo di Cupertino, come rivela il portale MacRumors. Il metodo di pagamento viene così avviato prima dell’arrivo della Apple Card, previsto per l’estate, ma per il momento è disponibile solo per gli utenti di Stati Uniti, Canada, Australia, Singapore, Hong Kong, Taiwan, Russia, Ucraina ed Emirati Arabi Uniti.

Acquistare canzoni, libri e spazi di archiviazione

In attesa del suo approdo anche in Italia, gli utenti dei paesi sopra menzionati potranno abbinare le proprie carte di credito o di debito ad Apple Pay tramite l’app Wallet, seguendo poi una serie di passaggi sulle impostazioni dei programmi compatibili per attivare il nuovo metodo di pagamento. I fruitori potranno così ottenere il 2% di rimborso sugli acquisti generici effettuati con Apple Pay, il 3%, invece, per i prodotti Apple, tra cui i servizi digitali sopra menzionati, come l’acquisto di un libro, di una canzone, di un’app o di uno spazio di archiviazione. Per il momento, la società non ha comunicato le tempistiche per il rilascio del supporto in altri paesi.

Apple Pay e la nuova Apple Card

Apple punta ai servizi e lo ha dimostrato lo scorso 25 marzo, in occasione dell’ultima presentazione dei nuovi prodotti del gruppo californiano. Durante l’evento, Tim Cook si è infatti soffermato su Apple Pay, riferendo che durante il 2019 Cupertino vuole superare i 10 miliardi di dollari in transazioni tramite il sistema di pagamento, che verrà introdotto in 40 paesi di tutto il mondo. L’amministratore delegato del gruppo californiano ha poi svelato Apple Card, la prima carta di credito di Apple. Realizzata in titanio, non avrà scadenza né codice di sicurezza né avrà bisogno di firma e potrà essere utilizzata anche per micropagamenti tra amici. Prevede un cashback (quindi un piccolo rimborso) per ogni acquisto da Apple e non ha alcun costo di gestione.

Tecnologia: I più letti