Zte lancia il suo primo smartphone compatibile con reti 5G

Tecnologia

Si chiama Axon 10 Pro 5G e per il momento è in vendita solo in Cina, ma dovrebbe arrivare in Austria e Finlandia entro fine giugno. Dotato di processore Snapdragon X50 5G, ha uno schermo da 6,47 pollici e tripla fotocamera posteriore 

Zte ha lanciato il suo primo smartphone compatibile con le nuove reti 5G. Il dispositivo si chiama Axon 10 Pro 5G e per il momento è disponibile solo in Cina, ma il suo approdo in Europa è atteso entro la fine di giugno, quando dovrebbe sbarcare in Austria e Finlandia. La società con sede a Shenzhen si conferma così tra i leader mondiali nel settore delle telecomunicazioni di nuova generazione, dopo essere stata la prima a completare una chiamata con connessione 5G.

Le caratteristiche tecniche

Il nuovo Axon 10 Pro 5G è il primo smartphone al mondo dotato di processore Qualcomm Snapdragon 855 equipaggiato con il modem Snapdragon X50 5G e il file System F2FS, che migliora la capacità di archiviazione e memoria. Il dispositivo ha uno schermo da 6,47 pollici ed è stato prodotto in due configurazioni, la prima da 6 GB di Ram più 128 GB di memoria interna, mentre la seconda da 8 GB di Ram e 256 GB di memoria espandibile. Per quanto riguarda il comparto fotografico, lo smartphone è dotato di tre obiettivi posteriori dove, a quello principale da 48 megapixel, si affiancano un grandangolare da 20 megapixel e un teleobiettivo da 8 megapixel. La fotocamera frontale, invece, ha 20 megapixel di risoluzione. La batteria, infine, è da 4.000 mAh con ricarica rapida. Lo smartphone è in vendita in Cina e Germania anche nella versione 4G al prezzo consigliato di 600 euro.

La prima videochiamata 5G verso l’Italia

Lo scorso febbraio, durante il Mobile World Congress 2019 di Barcellona, Zte, in collaborazione con Wind Tre e Open Fiber, ha effettuato la prima videochiamata su reti 5G diretta verso l’Italia, contattando l’Università de L’Aquila dove è in fase di sperimentazione lo sviluppo della nuova connessione di quinta generazione nella Penisola, in collaborazione col ministero dello Sviluppo Economico. La videochiamata dimostrativa, avvenuta tramite l’utilizzo di due smartphone 5G prodotti dalla stessa azienda cinese, è stata portata a termine grazie alle soluzioni 5G end-to-end di Zte, mentre nello stand dell’azienda interno al Mwc 2019 veniva mostrata la diretta streaming dei contenuti video.

Tecnologia: I più letti