Amazon, almeno 10 anni per primo magazzino completamente automatizzato

Tecnologia
Foto di archivio (Getty Images)

Il responsabile della divisione Robotica del gruppo ha spiegato che la tecnologia utilizzata oggi ha bisogno ancora del supporto umano e che c’è bisogno ancora di tempo per raggiungere una completa autonomia 

Tra dieci anni Amazon potrebbe inaugurare il primo magazzino completamente automatizzato. A fare questa previsione a lungo termine è stato Scott Anderson, responsabile della divisione Robotica del colosso dell’e-commerce. La tecnologia di cui dispone al momento il gruppo di Seattle, infatti, necessita ancora dell’apporto dell’uomo e gli sviluppatori hanno bisogno di tempo per affinarla e raggiungere il prossimo step, ovvero la completa autonomia.

Percezione sbagliata sulle tempistiche di automatizzazione

Come ha spiegato Anderson durante una visita al magazzino di Baltimora riservata alla stampa, i robot utilizzati oggi da Amazon sono in grado solo di compiere azioni ripetitive e inserire un nuovo oggetto nel loro sistema, così da renderli capaci di distinguerlo dagli altri già presenti, richiede una programmazione lunga, complessa e costosa. Inoltre, riferisce ancora il manager, attualmente le macchine non possiedono la destrezza di maneggiare oggetti fragili o di piccole dimensioni. "C'è una percezione sbagliata secondo cui Amazon avrà dei magazzini completamente automatizzati molto presto", ha dichiarato a Gizmodo Anderson, che ha poi aggiunto: ”Stiamo esplorando una varietà di tecnologie per automatizzare i vari step di consegna di un pacco agli utenti, ma allo stato attuale la tecnologia è molto limitata. È molto lontana dalla postazione di lavoro automatizzata di cui avremmo bisogno”, ha concluso.

Un primo trimestre da record

In attesa degli sviluppi futuri, Amazon può sorridere grazie al presente. Il gruppo di Jeff Bezos ha infatti chiuso il primo trimestre del 2019 con un profitto di 3,56 miliardi di dollari, il quarto utile consecutivo registrato nonché il migliore di sempre ottenuto dall’azienda, andando oltre tutte le previsioni degli analisti di Wall Street. Lo storico risultato è in parte stato generato dal successo di Amazon Web Service, la divisione di cloud computing della compagnia, e alla pubblicità. Tuttavia, le entrate del colosso delle vendite sono aumentate ‘solo’ del 17% rispetto al 2018, segnando così la crescita più lenta dal 2015, un dato che di certo non scalfirà il dominio di Amazon nel settore dell’e-commerce.

Tecnologia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24