Sony: PlayStation 5 non sarà lanciata prima di aprile 2020

Tecnologia

La società nipponica ha fatto sapere che la console sicuramente non sarà messa in vendita nei prossimi dodici mesi. Secondo gli addetti ai lavori, il lancio potrebbe avvenire nell’estate 2020 

Sony fa trapelare nuove informazioni riguardanti la possibile data di uscita della PlayStation 5. Dopo aver confermato che la nuova console non vedrà la luce nel corso del 2019, la società nipponica ha fatto sapere, durante una sessione di Q&A con alcuni giornalisti, che ci vorranno almeno dodici mesi prima del lancio sul mercato. Stando a quanto riferito da alcuni siti specializzati, prende sempre più corpo l’ipotesi che la PlayStation 5 potrebbe essere messa in vendita durante l’estate del 2020.

Previste vendite in linea con il 2018

A confermare una volta di più che la piattaforma non uscirà prima del prossimo aprile ci sono anche i documenti finanziari diffusi da Sony relativi all’anno fiscale in corso, che si concluderà il 31 marzo 2020, nei quali la società non fa alcun riferimento a una nuova piattaforma, oltre a prevedere vendite in linea con il periodo precedente. Il colosso nipponico attende inoltre un ridimensionamento dei profitti del 45% - a 500 miliardi di yen - rispetto all’utile netto di 916,2 miliardi di yen fatto registrare nell’anno fiscale 2018, durante il quale Sony ha venduto 17,8 milioni di PlayStation 4, in calo rispetto ai 19 milioni dei dodici mesi precedenti. Tuttavia, la flessione è stata compensata dalla vendita sostenuta di software e dalle entrate provenienti dagli abbonamenti degli utenti della piattaforma di videogiochi.

Presentazione in concomitanza con l’E3?

Al momento, non ci sono ancora conferme nemmeno riguardo alla presentazione della PlayStation 5. Secondo alcuni rumors, Sony avrebbe intenzione di svelare la console di nuova generazione in concomitanza con l’Elelctronic Enterteinment Expo (E3) 2019, che si terrà dall’11 al 14 giugno a Las Vegas, evento al quale la società giapponese non sarà presente. Ci sarà, invece, Microsoft e potrebbe cogliere l’occasione per ufficializzare la propria piattaforma di videogiochi, per ora nota con il nome di Scarlett. Sony sarebbe quindi pronta per lanciare a Redmond una sfida a distanza.

Tecnologia: I più letti