Gmail, in arrivo una funzione per programmare l’invio delle email

Tecnologia
Immagine di archivio (Getty Images)

Gli utenti potranno scegliere la data in cui il messaggio di posta elettronica dovrà essere spedito. L’invio avverrà anche in assenza di una connessione a Internet 

Si avvicina il quindicesimo compleanno di Gmail, il servizio di posta elettronica di Google disponibile dal primo aprile 2004, e per celebrare l’occasione la compagnia di Mountain View sembra pronta a fare un ‘regalo’ a tutti i suoi utenti. Gli esperti di 9to5Google hanno individuato nel codice dell’ultima versione dell’app un riferimento a ‘Scheduling email’, una nuova funzione pensata per consentire ai fruitori di programmare il futuro invio di un messaggio di posta elettronica. A differenza di quanto accade con le normali e-mail, quelle che sfrutteranno la nuova feature non saranno conservate solamente dei dispositivi degli utenti, ma anche sui server di Google e il loro invio avverrà automaticamente nella data stabilita, anche in assenza di una connessione a Internet.

Le caratteristiche della nuova funzione

Non appena la funzione sarà resa disponibile, gli utenti in possesso di un account gmail potranno programmare l’invio futuro di ogni messaggio di posta elettronica, partendo da un minimo di due minuti fino ad arrivare a un massimo di 50 anni. Naturalmente sarà possibile annullare la spedizione in qualunque momento. L’arrivo della nuova funzione rappresenta l’ennesima conferma dei numerosi passi avanti compiuti dal servizio di posta elettronica dal giorno del suo debutto. Inizialmente, Gmail offriva agli utenti 1 GB di spazio di archiviazione. Oggi può non sembrare molto, ma quindici anni fa la maggior parte degli altri servizi metteva a disposizione solamente pochi MB. Col passare del tempo lo spazio di archiviazione è aumentato, fino ad arrivare ai 15 GB attuali (espandibili a pagamento).

Oltre un miliardo e mezzo di utenti

Pochi mesi fa, Gmail ha raggiunto un importante risultato: il servizio di posta elettronica ha superato l’ambizioso traguardo di un miliardo e mezzo di utenti attivi in tutto il mondo. È stata Google stessa a rivelarlo tramite un post su Twitter. Il raggiungimento di questo risultato indica che una persona su cinque è potenzialmente in possesso di un profilo Gmail. 

Tecnologia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24