MWC, presentato il tosaerba smart Automower 435X AWD

Tecnologia

Tramite lo smartphone e i comandi vocali è possibile gestire il funzionamento dell’elettrodomestico senza nemmeno uscire di casa 

Dopo aver reso smart ogni parte della casa, dalla cucina al salotto, la tecnologia si prepara a rivoluzionare anche la cura del giardino. Da Husqvarna, azienda svedese con alle spalle una storia ultracentenaria, arriva un nuovo tosaerba dotato di Intelligenza Artificiale che promette di semplificare la vita di tutte le persone col pollice verde. Presentato sul palco del Mobile World Congress, in corso a Barcellona, Automower 435X AWD ha quattro ruote motrici, è in grado di gestire terreni impervi e inclinazioni fino al 70% e può interagire con gli smart speaker di Google e Amazon e persino col sistema di irrigazione GARDENA SmartSystems. Husqvarna ha rivelato che l’elettrodomestico può coprire delle aree piuttosto estese (fino a 3500 metri quadri) e opera a 62 decibel. Quando Automower 435X AWD viene sollevato o girato una funzionalità di sicurezza lo blocca automaticamente. Inoltre, grazie alla tecnologia Ultrasonic il tagliaerba è in grado di individuare gli oggetti presenti nel giardino e di rallentare per evitare di scontrarsi con loro.

Interazione tramite comandi vocali

Grazie ai comandi vocali gli utenti potranno gestire il tosaerba smart senza nemmeno dover uscire di casa. Attualmente le uniche lingue supportate sono l’inglese e il tedesco, ma in futuro ne arriveranno molte altre, tra cui lo svedese e il francese. Inoltre, tramite lo smartphone è possibile attivare Automower 435X AWD anche quando si è a lavoro o in viaggio. La possibilità di collegare il tagliaerba con varie applicazioni offre ulteriori opzioni di personalizzazione: per esempio, abbinando il tagliaerba all’app del meteo sarà possibile impedirgli di attivarsi in caso di mal tempo.

Roomba i7+

Recentemente, un altro elettrodomestico smart ha fatto il suo debutto sul mercato italiano: si tratta di Roomba i7+, un aspirapolvere robot in grado non solo di imparare la conformazione dell’appartamento in cui opera (tramite le telecamere e i sensori di cui è dotato), ma anche di smaltire in autonomia i rifiuti raccolti. 

Tecnologia: I più letti