Microsoft HoloLens 2, presentato il nuovo visore per la realtà mista

Tecnologia

Uscirà nel corso del 2019 e sarà disponibile al prezzo di 3500 dollari. L’azienda di Redmond promette che consentirà di interagire in modo naturale con gli ologrammi 

Al Mobile World Congress, Microsoft ha presentato ufficialmente HoloLens 2, la seconda generazione del suo visore per la realtà aumentata. Il dispositivo uscirà nel corso del 2019 e sarà disponibile al prezzo di 3500 dollari. La compagnia di Redmond ha spiegato che il prodotto non è dedicato al pubblico consumer, bensì al settore industriale: potrebbe trovare applicazione in vari campi, come la diagnosi medica e la progettazione. Il design ricorda molto quello del primo HoloLens, ma non mancano alcune differenze. Stavolta è presente un meccanismo che permette di indossare il dispositivo senza doverlo prima regolare e l’intero device è stato realizzato utilizzando una fibra di carbonio leggera. I cambiamenti principali però riguardano la dotazione tecnica. Microsoft ha sostituito il processore Intel presente nei visori di prima generazione con un maggiormente performante Qualcomm Snapdragon 850. Presenti le connettività Wi-Fi 802.11 ac, Bluetooth 5.0 e USB C, ma non la connessione LTE (secondo Microsoft poco richiesta dagli utenti interessati al device). Grazie a un campo visivo più che raddoppiato, il nuovo HoloLens è in grado di garantire un’esperienza maggiormente immersiva, senza rinunciare alla densità olografica di 47 pixel per grado di visione.

I miglioramenti del visore

Microsoft ha rivelato che utilizzando HoloLens 2 sarà possibile interagire con gli ologrammi con la stessa gestualità istintiva con cui si manipolano gli oggetti presenti nel mondo reale. Il tutto sarà reso possibile grazie all’utilizzo di un nuovo sensore di profondità ToF (time of flight), abbinato alla comprensione integrata di Intelligenza Artificiale e semantica. La presenza del riconoscimento di autenticazione Windows Hello semplificherà la condivisione del visore tra più utenti.

Software per la realtà mista

Oltre a HoloLens 2, la compagnia di Redmond sta pensando a delle nuove applicazioni per la realtà mista. Si tratta di Dynamics 365 Remote Assist, Dynamics 365 Layout e Dynamics 365 guides, un nuovo software che permetterà ai dipendenti delle imprese di imparare mentre si dedicano ai loro compiti quotidiani. Arriveranno anche gli Azure Mixed Reality Services, dei servizi pensati per aiutare gli sviluppatori a creare delle applicazioni per la realtà mista di livello aziendale multi-piattaforma e contestuali. 

Tecnologia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24