WhatsApp banna 2 milioni di account al mese

Tecnologia
Immagine di archivio (Getty Images)

Si tratta di una contromisura necessaria per proteggere gli utenti dalle fake news e dalle truffe. Il dato è stato rivelato dai dirigenti dell’azienda durante un incontro svolto a Nuova Delhi 

Per combattere le notizie false, lo spam e i tentativi di truffa, WhatsApp banna circa 2 milioni di account ogni mese. Lo hanno rivelato i dirigenti dell’azienda durante un incontro svolto a Nuova Delhi. Proprio nella città indiana, la compagnia è alla ricerca di soluzioni per contrastare le fake news in vista delle elezioni. VentureBeat, sito specializzato nella diffusione di notizie sul mondo della tecnologia, rivela che per bannare gli utenti WhatsApp si è affidata anche a un sistema di apprendimento automatico che finora ha bloccato il 20% degli account malevoli.

Le dichiarazioni di WhatsApp

“Come avviene in ogni piattaforma di comunicazione, talvolta le persone provano a utilizzare l’app per diffondere dei contenuti che violano i termini di servizio”, spiega la compagnia. “Una delle nostre priorità è prevenire e bloccare questo tipo di abusi”. Con i suoi 1,5 miliardi di utenti, WhatsApp, assieme a Instagram, è l’applicazione dell’ecosistema Facebook che negli ultimi anni è cresciuta maggiormente. Alcune indiscrezioni del New York Times rivelano che Mark Zuckerberg sta valutando la possibile integrazione delle funzioni di messaggistica delle applicazioni WhatsApp, Messenger e Instagram. Inoltre, il Ceo di Facebook sembrerebbe intenzionato a incorporare la crittografia end-to-end in ognuna delle app. Si tratta di un sistema di comunicazione cifrata che tutela la privacy degli utenti, impedendo a terzi di leggere i loro messaggi.

La funzione ‘blocco schermo’

Recentemente, WhatsApp ha introdotto una nuova funzione che consente agli utenti in possesso di uno smartphone con sistema operativo iOS di sbloccare l’applicazione utilizzando l’autenticazione biometrica tramite Touch Id o Face Id, in base alle caratteristiche del dispositivo utilizzato. TechCrunch chiarisce che ‘blocco schermo’ è nato per garantire ai fruitori dell’app di messaggistica uno strumento in più per tutelare la propria privacy e proteggere i propri dati sensibili e le conversazioni. Per attivare la nuova funzione gli utenti devono abilitarla all’interno della sezione account delle impostazioni di WhatsApp. 

Tecnologia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24