Vault, la nuova criptovaluta ideata dal Mit

Tecnologia
mit-getty-images

È più efficiente e veloce rispetto alle monete digitali più popolari: riduce fino al 99% le tempistiche necessarie agli utenti per tracciare e verificare le proprie transazioni 

Un team di esperti del Massachusetts institute of technology (Mit), coordinato da Derek Leung, ha ideato Vault, la nuova criptovaluta molto più efficiente rispetto alle altre monete elettroniche utilizzate come sistemi di pagamento. Vault si differenzia dalle popolari criptomonete per velocità: riduce fino al 99% le tempistiche necessarie agli utenti per tracciare e verificare le proprie transazioni, diminuendo anche il numero di dati necessari per il suo utilizzo.

Cosa differenzia Vault dalle altre criptomonete

Le cripotovalute sono un sistema di pagamento non gestito da terze parti, come le banche o gli istituti di credito, in grado di garantire l’anonimato di chi ne usufruisce e di salvaguardare la sicurezza delle transizioni.
Tutti gli scambi monetari vanno a comporre la blockchain, un vero e proprio archivio digitale nel quale vengono salvate le transazioni, in maniera del tutto anonima, grazie a un efficiente sistema di criptografia.
Spetta agli utenti monitorare e verificare le proprie operazioni di pagamento. Per farlo è necessario scaricare e analizzare un grande numero di dati.
Questa pratica, spesso lunga e complicata, diventa molto più veloce e intuitiva con la nuova criptovaluta.

Test ne confermano l’efficacia

Vault, infatti, permette di cercare le proprie transazioni analizzando solo una piccola porzione di informazioni. Gli esperti del Mit hanno ovviato i lunghi tempi richiesti per monitorare i pagamenti effettuati tramite le popolari monete digitali creando un sistema in grado di eliminare gli account vuoti, alleggerendo la quantità di dati salvati. Utilizzando Vault gli utenti possono gestire i propri scambi monetari ricercandoli tra le transazioni più recenti.
Questa procedura è frutto di una nuova tecnica in grado di alleggerire le informazioni degli scambi monetari, riducendoli in parti più piccole.
Dopo aver ideato la criptomoneta i ricercatori hanno condotto una serie di test per verificare l’effettiva efficienza di Vault.
Sono così riusciti a dimostrare che la nuova moneta digitale, mantenendo invariato il livello di sicurezza garantito dalle altre criptovalute, ha diminuito del 99% rispetto al Bitcoin l’utilizzo della banda necessaria a raggiungere le reti.  

Tecnologia: I più letti