Xiaomi svela una nuova tecnologia per il sensore di impronte

Tecnologia
xiaomi_logo_getty

Il presidente e co-fondatore dell’azienda, Lin Bin, ha reso noto che Xiaomi sarebbe al lavoro per lo sviluppo di un sistema di autenticazione che consente agli utenti di sbloccare il dispositivo posizionando il dito in un’area di 25 x 50 mm

Attualmente la maggior parte degli smartphone di ultima generazione integra la lettura delle impronte digitali, che è divenuta con il tempo il sistema di autenticazione più utilizzato per sbloccare i dispositivi portatili. Ragion per cui le grandi aziende, negli ultimi anni, si sono attivate prontamente per sviluppare sensori sempre più efficienti e precisi. È questo il caso di Xiaomi che ha svelato la tecnologia del suo nuovo sensore con impronte, integrato sotto lo schermo, dotato di una superficie tattile ancor più grande rispetto a quella offerta dai compertitors.

La nuova tecnologia per il riconoscimento delle impronte

Come riporta The Verge, il presidente e co-fondatore dell’azienda, Lin Bin, in un post sul social network Weibo, ha svelato che Xiaomi sarebbe al lavoro per lo sviluppo di una tecnologia ancora più avanzata delle precedenti. Il video pubblicato da Bin suggerisce, infatti, che Xiaomi sta progettando uno smartphone dotato di un sensore di impronte digitali che consente agli utenti di sbloccare il dispositivo posizionando il dito in un’area di 25 x 50 mm, molto più ampia rispetto a quella offerta dagli scanner thumbprint integrati nei telefonini di ultima generazione.
Una funzione che potrebbe avvantaggiare sensibilmente l’utilizzo dei futuri smartphone dell’azienda. Gli utenti potranno sbloccare il proprio dispositivo nel minor tempo possibile, non dovendosi preoccupare di ricercare con attenzione la posizione dello scanner, prima di poter utilizzare il proprio device portatile.
Stando a quanto anticipato da Lin Bin, inoltre, la nuova tecnologia sarebbe in grado di riconoscere al primo colpo l’impronta.
Non vi sono per ora informazioni riguardo la futura integrazione del sensore negli smartphone di casa Xiaomi.

Redmi Note 7, lo smartphone con fotocamera da 48 megapixel

Xiaomi ha recentemente svelato le caratteristiche dello smartphone con fotocamera da 48 megapixel, anticipato nel mese di settembre 2018 dal presidente della società Lin Bin.
Il suo nome è Redmi Note 7 e integra uno schermo da 6,3 pollici, una batteria da 4.000 mAh e una doppia fotocamera posteriore.
Sarà disponibile sul mercato a un prezzo che si aggira attorno ai 130 euro. 

Tecnologia: I più letti