Apple, Cook: “A Natale record di attivazioni iPhone in Usa e Canada”

Tecnologia
Tim Cook (Getty Images)

In una lettera inviata ai dipendenti, il Ceo della compagnia esprime la sua delusione per il taglio sulle stime dei ricavi, ma riporta che la società nelle festività ha stabilito nuovi record 

Il 2019 è iniziato come peggio non poteva per Apple. Per la prima volta in 16 anni, Cupertino ha dovuto tagliare le stime sui ricavi, una mossa che ha fatto crollare il titolo in Borsa (-10%), bruciando ben 446 miliardi di dollari dal picco del 3 ottobre scorso. Tuttavia, in una lettera inviata ai dipendenti di rientro dalle vacanze natalizie, il Ceo Tim Cook ha sottolineato che, nonostante le grosse difficoltà, a Natale Apple ha stabilito il record di attivazioni di iPhone negli Stati Uniti e in Canada, e che l’azienda ora punta a raggiungere i medesimi risultati in tutti i mercati chiave.

Aumentate anche le vendite di iPad

Nella lettera, pubblicata integralmente da Bloomberg, Cook esprime la sua delusione per il ribasso delle stime dei ricavi relative al primo trimestre dell'esercizio fiscale, una scelta dettata soprattutto dalla frenata del mercato cinese. Il Ceo, però, ci tiene a rilevare che nel periodo natalizio la compagnia ha fatto registrare un aumento delle entrate sul fronte delle vendite di iPad rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, mentre le attivazioni di iPhone negli Stati Uniti e in Canada hanno fatto segnare nuovi record per il giorno di Natale. “Ci aspettiamo di abbattere tutti i record nei mercati chiave, come Stati Uniti, Canada, Messico, Europa occidentale, in particolare Germania e Italia, e nei paesi dell’area Pacifico-asiatica, come Corea e Vietnam”, scrive Cook.

“Dalle difficoltà siamo sempre usciti più forti”

L’ad di Apple si dice, inoltre, estremamente orgoglioso “delle innovazioni che stiamo offrendo ai nostri clienti con iPhone XR, iPhone XS e iPhone XS Max, senza dubbio i migliori che abbiamo mai fatto”. Avviandosi verso la fine della lettera, Cook spiega che il momento di difficoltà è causato da una serie di fattori, alcuni macroeconomici, altri specifici di Apple e dell’intera industria degli smartphone. “Questo momento - continua Cook - ci dà l'opportunità di imparare e di agire, di concentrarci sui nostri punti di forza e sulla missione di Apple: offrire ai nostri clienti i prodotti migliori al mondo e fornire loro un livello ineguagliato di servizio. Dalle situazioni di difficoltà siamo sempre usciti più forti”, conclude il Ceo.

Tecnologia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24