Sennheiser e Magic Leap alleate per una realtà aumentata migliore

Tecnologia
Immagine di archivio (Getty Images)
02_Realtà_Virtuale_Getty

L’accordo prevede la realizzazione di nuovi dispositivi di audio spaziale da connettere ai visori della startup statunitense, per un’esperienza ancora più immersiva 

La realtà aumentata è un ambito ormai in continuo sviluppo, che attira numerose aziende di svariati settori, da quello dei videogiochi, al pubblicitario, curiose di ideare nuovi strumenti con l’ausilio di questa tecnologia. Sennheiser è quindi l’ennesima compagnia a investire nel campo, annunciando una collaborazione con Magic Leap, tra i più famosi nel settore della realtà virtuale, che prevede la realizzazione di nuovi dispositivi dotati della funzionalità di audio spaziale, che andranno ad arricchire i visori prodotti dalla società statunitense.

Audio a 360 gradi

L’audio spaziale è un tipo di tecnologia sonora che permette all’utilizzatore di percepire un suono a 360 gradi, con un’esperienza decisamente più coinvolgente rispetto al classico ascolto attraverso le comuni cuffie. È facile quindi intuire come la tecnica sia adatta ad essere abbinata ai visori di realtà aumentata, che permettono di sovrapporre immagini generate dal computer agli oggetti visibili nel mondo reale. Sennheiser, che già in passato aveva prodotto device che sfruttavano questo innovativo tipo di audio, ha ora deciso di prendere parte al programma “Works with Magic Leap” per ideare dispositivi pensati appositamente per connettersi con i visori realizzati dal partner, al fine di offrire agli utenti momenti ancora più immersivi.

La realtà mista

In un comunicato che annuncia l’accordo, la co-direttrice del progetto AMBEO di Sennheiser, Veronique Larcher, ha dichiarato che l’obiettivo dell’azienda tedesca è quello di “mettere a disposizione l'expertise nell’ambito dell’audio spaziale per contribuire allo sviluppo di un settore emergente come la realtà aumentata, lavorando a stretto contatto con la comunità creativa”. Dopo anni di studi, la startup nata in Florida nel 2010, aveva lanciato a inizio agosto il Magic Leap One Creator Edition, il visore dotato di un alto numero di sensori che è in grado di proiettare l’utente in una realtà definita “mista”, poiché combina elementi reali con altri che non esistono, se non nel campo visivo di chi  utilizza il visore. Secondo Omar Khan di Magic Leap, la nuova partnership permetterà all’azienda di “migliorare le soluzioni di audio spaziale”, ritenute “parte integrante dell’esperienza sensoriale che viene offerta”.

Tecnologia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24